Superbike, Jonas Folger

Superbike, BMW punta sempre più forte su Jonas Folger

Nei test della prossima settimana ad Aragon Jonas Folger avrà l'ultima evoluzione elettronica BMW: l'ex MotoGP è può essere la mina vagante della Superbike 2021

1 maggio 2021 - 9:44

La Superbike torna in pista la prossima settima al Motorland Aragon con una tre giorni di test cui prenderanno parte Kawasaki, Honda, Yamaha e BMW ufficiali. Con la marca tedesca vedremo per la prima volta in azione anche Eugene Laverty, affidato in gestione a RC. Il team italiano era assente per problemi logistici nella precedente tappa al Montmelò. Sempre parlando di BMW, il “satellite” Jonas Folger avrà modo di sperimentare le ultime evoluzioni elettroniche, già sperimentate dagli ufficiali Tom Sykes e Michael van der Mark nelle scorse settimane.

Folger punta dello sviluppo

Jonas Folger, ormai perfettamente recuperato dal punto di vista fisico dopo la grave malattia che compromise nel 2018 il decollo in top class, è gestito dal team MGM dell’ex pilota Michael Galinski. Pilota e squadra nel 2020 hanno dominato la serie tedesca IDM, facendo filotto: 12 vittorie in 12 gare con la Yamaha YZF-R1. Non avendo trovato opportunità con la marca di Iwata,  sono passati armi e bagagli in BMW, dove stanno avendo un trattamento tecnico di primissimo livello.  Folger, pur iscritto al Mondiale Superbike come “indipendent”, ha il contratto direttamente con BMW Motorrad. In MotoGP ha corso una sola annata, nel 2017 con Yamaha Tech salendo sul podio (2° posto) al Sachsering, dietro solo a Marc Marquez. Ma quanto basta per aver maturato una solida esperienza che sta indirizzando lo sviluppo BMW su strade differenti da quelle imboccate da Tom Sykes. Nei test al Montmelò Jonas, con la gomma da qualifica, ha segnato il 4° tempo, meglio del britannico che sul giro secco è sempre stato super.

Un test assai intrigante

La Superbike 2021 comincerà proprio ad Aragon fra tre settimane (21-23 maggio) per cui questa tappa di test sullo stesso tracciato è molto interessante. Oltre alla BMW al gran completo, sarà di nuovo presente la Kawasaki con Jonathan Rea e Alex Lowes. Il campione in carica, ultimamente, ha dovuto fare spesso i conti con il maltempo e vista la nuova regola che impone un tetto di dieci giorni di test per l’intera stagione, più di una volta KRT ha preferito restare nel box evitando di bruciare “gettoni” sul bagnato. Al Montmelò, primo confronto invernale con la Ducati e gli altri avversari, Jonathan Rea è andato fortissimo sia sul giro secco che sul passo. La nuova Ninja pare nata benissimo.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike Kawasaki

Superbike retrospective, Kawasaki Ninja ZX-10R: Il nuovo volto della “mille” di Akashi

Superbike, orari tv

Superbike Aragon, torna il Mondiale: Orari TV su SKY Sport MotoGP e TV8

Superbike Kawasaki

Superbike retrospective, Kawasaki Ninja ZX-10R: Anche l’Endurance è cosa sua