MotoGP, Max Biaggi

MotoGP, Max Biaggi e il sogno di sfidare ancora Valentino Rossi

Max Biaggi sogna un suo team in MotoGP, seguendo le orme dell'ex rivale storico Valentino Rossi: "Le vie del Signore sono infinite, sarebbe bello sfidarlo".

1 maggio 2021 - 8:57

Aprilia inizia con il passo giusto anche nel round MotoGP di Jerez. Aleix Espargarò chiude al 3° posto nella classifica combinata, confermando che la RS-GP21 si trova a suo agio anche su una pista tecnica come quella andalusa. Frutto di un lungo lavoro che ha portato la casa di Noale a proseguire l’avventura in classe regina fino al 2026. Il gruppo Piaggio ha dato un forte segnale di fiducia e dal 2022 avrà anche il suo team satellite, probabilmente Gresini Racing. Difficile immaginare un impegno con la VR46 di Valentino Rossi, Massimo Rivola è stato chiaro: con uno sponsor come Aramco il team VR46 può scegliere la moto migliore in griglia. E in questo momento non è ancora l’Aprilia.

L’ascesa di Noale

Il primo colpo alla botte è stato dato l’anno scorso, con le radicali modifiche al motore della RS-GP. Un alto colpo al cerchio nell’ultimo inverno, come dimostrato sin dai test precampionato. “Le cose sono andate via via crescendo dalla prima gara – ha spiegato Max Biaggi, ambassador del marchio -. In Qatar ha fatto una bellissima gara, oltre alle prove,  sempre in testa o al massimo terzo. E’ un bel vedere e dà speranza anche se è solo venerdì. Non è solo dovuto al clima o alle gomme, ma frutto di un lavoro programmato che sta dando i suoi frutti“.

Con l’arrivo di Massimo Rivola ogni ingranaggio è divenuto più fluido. “La parte tecnica ha avuto una spinta importante. Prima si prova in un modo, poi in un altro, la strada prima o poi la trovi e questo richiede denaro e tempo. Adesso i tempi sono più maturi. Poi la solidità del progetto, avere la stessa squadra e lo stesso pilota – spiega Max Biaggi -. Ricordiamo che Andrea Dovizioso ha impiegato un po’ di tempo prima di andar forte con Ducati. Aleix è al quinto anno e questo conta molto. Infine la spinta di Massimo Rivola, ha una grande dote dell’organizzazione e questo conta nella MotoGP moderna… Ha fiuto e intuito, oltre ad una grande passione per le moto che non guasta… Inoltre adesso Romano Albesiano è più libero di dedicarsi alla parte tecnica“.

Il sogno del Max Racing Team

Il Corsaro non è solo ambasciatore Aprilia, ma anche proprietario di un team Moto3. Il sogno è un giorno di arrivare al punto di crescere a tal punto da entrare in MotoGP. E poter così sfidare l’ex rivale Valentino Rossi nei panni di manager. “Sarebbe qualcosa di bello da raccontare. Sono passati anni, sarebbe bello trovarsi come team. Onestamente non è stato pianificato, ma le vie del Signore sono infinite, le occasioni a volte passano e vanno prese…“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Jack Miller a Le Mans

MotoGP, Jack Miller re della pioggia: “Non posso crederci, grazie Ducati”

marc marquez motogp

MotoGP, Marc Márquez: “La prima caduta capita, la seconda no”

MotoGP, Valentino Rossi a Le Mans

MotoGP, Valentino Rossi: “Al Mugello sarà finale Champions League”