rea superbike kawasaki

Superbike, Jonathan Rea: “Importante capire il comportamento del motore”

Jonathan Rea ed Alex Lowes carichi per questi primi test del 2021 con la nuova Ninja già provata a novembre. Guim Roda: "A Jerez con soluzioni ed idee".

19 gennaio 2021 - 12:03

Aspettative come sempre molto alte in Kawasaki Racing Team WorldSBK. Non potrebbe essere altrimenti con il pluricampione Jonathan Rea, che senza dubbio punterà ad un’altra corona iridata in questo 2021. Cerca consistenti passi avanti Alex Lowes, che inizierà la seconda stagione con questi colori. Con questi obiettivi si svolgeranno i primi test di questo nuovo anno, di scena a Jerez de la Frontera il 20 ed 21 gennaio, ovvero in questi giorni.

Entrambi riprenderanno a lavorare su una rinnovata Ninja ZX-10RR, soprattutto sul piano aerodinamico ed a livello di motore. Una novità con cui il duo Kawasaki ha già compiuto uno shakedown lo scorso novembre e dal quale si riparte per misurare il livello attuale ed incrementarlo. Un primo inizio in questo 2021, che continuerà poi sulla pista portoghese di Portimao il 4 ed il 5 marzo.

“La cosa più importante da capire in questi test è il comportamento del motore” ha sottolineato Jonathan Rea. “Avremo nuove parti da provare, lavorerò col mio ingegnere elettronico per capire cosa preferisco. Ma sarà anche bello rivedere tutti, speriamo poi che il tempo sia buono. Jerez è una buona pista per provare, abbiamo tanti punti di riferimento. Nel complesso mi fa piacere ritornare in sella alla mia moto.”

“Con la situazione Covid-19 dall’ultimo test è stato difficile per tutti” ha aggiunto Alex Lowes. “Era dura per il team organizzare questi test a Jerez, un grande grazie a loro. Avremo un nuovo pacchetto per il 2021, ma il mio obiettivo sarà confermare due o tre cose che non hanno funzionato ad Aragón. Ripartiremo da dove ci siamo fermati, non vedo l’ora di ritrovare i ragazzi e di cominciare a prepararmi per il 2021.”

“Jerez sarà una sorta di ‘riscaldamento’ dopo la pausa natalizia” ha rimarcato il team manager Guim Roda. “Abbiamo analizzato le informazioni raccolte a novembre, ora torniamo a Jerez con soluzioni ed idee per migliorare. Non avremo test a febbraio, ma stiamo programmando un marzo molto intenso. La situazione attuale non è il massimo, ma cercheremo di gestirla nel miglior modo possibile.”

Non l’unico team Kawasaki presente in questi due giorni a Jerez, visto che ci saranno anche Outdo TPR con Loris Cresson e Orelac VerdNatura Racing con Isaac Viñales. Oltre a svariati altri team, più qualche comparsa da parte di alcuni piloti e collaudatori MotoGP.

Foto: Kawasaki Racing Team

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Tito Rabat, Superbike

Superbike: Tito Rabat di nuovo in pista, la marcia continua

Superbike Sandro Cortese

Superbike, Sandro Cortese si arrende? “Difficile pensare di correre”

Superbike, Jonathan Rea

Superbike: Test a Portimao limitati per Covid-19 Tanti dubbi sul calendario