jonathan rea superbike box18

Jonathan Rea a Box18: “Il rinnovo Kawasaki? Per adesso penso ai bimbi…”

Jonathan Rea a Box18. Un commento sul primo round, un 2020 per lui più combattuto, il rapporto con Kawasaki... e molto altro. L'intervista integrale.

1 giugno 2020 - 19:23

Cinque volte iridato, chiaramente uomo da battere anche in questa nuova stagione. Jonathan Rea però si aspetta un Mondiale Superbike 2020 ben più combattuto, con valori più livellati. Qualche ricordo poi anche della sua breve esperienza nel paddock MotoGP, e per il 2021… Ecco un estratto di quello che ha raccontato a Box18, il live Facebook di Corsedimoto condotto da Fabio Nonnato.

“Un inizio frenetico? Sì, me l’aspettavo” ha dichiarato Jonathan Rea. “Phillip Island è un circuito particolare che regala sempre gare interessanti. Non c’è più il dominio di uno solo ma si è ridotto il gap con le altre case e sarà più difficile staccare soprattutto Yamaha e Ducati. Peccato per alcuni problemi nel corso delle gare, ma il bilancio complessivo del weekend è positivo.”

Il compagno di box Alex Lowes intanto si è preso la leadership iridata provvisoria. “A Phillip Island non puoi mai trarre molte conclusioni in ottica mondiale. Alex ha comunque fatto un ottimo lavoro, si è adattato molto bene alla moto ed il suo potenziale è alto.” Positivo poi l’arrivo di Scott Redding. “Mi piace molto, è davvero rapido e ha contribuito ad alzare il livello in campionato. Sarà un rivale in più da tenere d’occhio.”

Non dimentica la, seppur breve, esperienza in MotoGP. “La porto nel cuore, mi sono davvero divertito! Ma ricordo bene anche il cibo della hospitality… Ero sempre lì” ha sottolineato. Parlando poi in ottica 2021: “Ho un lungo rapporto di collaborazione con Kawasaki, ma è presto per pensarci. Al momento penso ai miei figli” ha sorriso. “Abbiamo disputato un solo round. Al momento non ci stiamo pensando, ne parleremo più avanti.”

Parla poi anche del supporto dei fan italiani, dei circuiti tricolori da lui molto apprezzati. Questo ed altro su Box18: qui sotto la registrazione integrale.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Alvaro Bautista

Superbike, Alvaro Bautista esagerato “La Honda era impossibile da guidare”

Superbike, Jonathan Rea

Superbike, Jonathan Rea 6 mondiali “In Testa”

Ducati, Panigale V2

Ducati, prove di futuro con Panigale V2 955 e Randy Krummenacher