Superbike, Jonathan Rea a Donington 2021

LIVE Superbike Donington: diretta Gara-1 in tempo reale

LIVE Gara-1 Superbike a Donington Park. Segui in diretta il primo round sul circuito britannico con aggiornamenti, tempi e classifica in tempo reale.

3 luglio 2021 - 15:05

Toprak Razgatlioglu vince gara 1 e trionfa per la prima volta sul tracciato inglese. Sul podio Jonathan Rea e Alex Lowes. 4° Tom Sykes seguito da Van der Mark e Haslam. Gerloff, Bautista, Mahias e Bassani chiudono la top-10.

-4 giri: Intanto nelle retrovie Gerloff risale fino al 7° posto. Michael Rinaldi 12° preceduto da Chaz Davies.

-6 giri: Lowes in zona podio. Toprak e Rea ancora in lotta per la vittoria.

-7 giri: Caduta di Gerloff alla curva 12.

-11 giri: Rea prova ad attaccare Razgatlioglu, ma occhio alle spalle dove ci sono Sykes, Lowes e Gerloff.

-15 giri: Invariata la triade di testa formata da Razgatlioglu, Rea e Van der Mark.

-18 giri: Due i secondi che dividono Toprak da Rea.

-20 giri: La top-10: Razgatlioglu, Rea, Van der Mark, Sykes, Haslam, Lowes, Gerloff, Mahias, Locatelli, Bassani.

-22 giri: Incredibile Toprak che passa davanti a Rea!

-23 giri: Rea subito al comando parte bene Razgatlioglu che è subito 2° alle spalle del nordirlandese che precede le due BMW. 7° Scott Redding che però cade a terra dopo un giro.

Il pre gara

14:58 – Parte il giro di ricognizione. Scelta della gomma rain per tutti.

14:55 – Andrea Locatelli partirà dalla 11esima piazza in griglia, subito dietro Axel Bassani.

14:50 – Quarta pole consecutiva per Jonathan Rea, la prima a Donington Park. Il fuoriclasse della Kawasaki ha una grande occasione per allungare in classifica. Al momento è leader a quota 149 punti, alle sue spalle Razgatlioglu a 129 e Redding a 104.

14:45 – Regna incertezza sulla scelta delle gomme. Ha smesso di piovere, ma l’asfalto è ancora umido.

Il sabato mattina di Donington

Il Mondiale Superbike va in scena a Donington Park per il quarto round stagionale 2021. Jonathan Rea conquista la sua prima pole sul tracciato britannico e si accredita come grande favorito per Gara 1. “Mi sento abbastanza bene, ho una buona moto per queste condizioni. Sull’asciutto eravamo piuttosto consistenti e costanti. Stamattina le condizioni sono cambiate, abbiamo lavorato step by step, la moto è ottima. Di solito tendi ad avere poco grip al posteriore, ma complimenti a Pirelli perché la gomma tiene bene. E spero di potermi divertire e far divertire i fan che sono accorsi sul circuito“.

Dalla prima fila scatta anche il duo BMW formato da Michael van der Mark e Tom Sykes. Non poteva esserci miglior inizio per questo week-end di Superbike in casa BMW. “Sono molto contento, questa è la gara di casa per il team – ha detto l’olandese -. Stamattina ho fatto fatica a trovare il feeling con la moto sul bagnato, ma poi abbiamo provato delle modifiche e hanno funzionato. Abbiamo fatto le scelte giuste, tra l’altro sono entrato durante il turno a mettere la gomma rain più dura ed è stato giusto. Sono molto contento di essere in prima fila e non vedo l’ora di essere in gara nel pomeriggio“.

Per Tom Sykes sarà un appuntamento da non fallire. Sul tracciato di Donington è tra i più vincenti della storia. “Sono piuttosto soddisfatto, le condizioni sono difficili e anche la scelta della gomma è abbastanza critica. Ad inizio sessione abbiamo provato qualcosa e non avevo un gran feeling. C’era bisogno di mettere qualche giro nel paniere per segnare un tempo, poi mi sono fermato, abbiamo cambiato la gomma posteriore, per cambiare l’anteriore non c’era abbastanza tempo e abbiamo fatto una buona scelta. Molto bene le MBE in queste condizioni, stiamo lavorando nella direzione giusta e non siamo messi male per la gara“.

In seconda fila Alex Lowes, Garrett Gerloff e la Ducati di Scott Redding. 8° Michael Rinaldi, mentre delude le aspettative Toprak Razgatlioglu che occuperà la quinta fila in griglia di partenza.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike

Superbike, la quiete prima della tempesta tra Rea e Razgatlioglu?

Superbike

Superbike, Yamaha celebra il 60° anniversario con una livrea speciale

Superbike, Scott Redding

Superbike: Scott Redding teme il Montmelò “Non è in cima alla lista”