MotoGP Motegi, Prove 1-2: Dovizioso comanda la classifica combinata, Pedrosa svetta su pista umida

Andrea Dovizioso chiude in testa la prima sessione di libere, stampando il miglior crono assoluto davanti a Crutchlow e Zarco. Dani Pedrosa invece si impone nelle FP2 su pista umida.

19 ottobre 2018 - 6:05

Due condizioni diverse nelle prime due sessioni di prove libere del venerdì: Andrea Dovizioso mette il suo sigillo nel primo turno, svolto su pista asciutta, stampando quindi il tempo di riferimento di questa prima giornata a Motegi, mentre le FP2 sono più condizionate dalla pista bagnata. Alla fine della sessione, in condizioni migliori ma ancora non ottimali, chiude al comando Dani Pedrosa.

Due wild card per questa categoria in occasione del Gran Premio del Giappone: per il settimo anno consecutivo è ai nastri di partenza il tester Yamaha nonché pilota di casa Katsuyuki Nakasuga (per lui la M1 con la livrea speciale per il 20° anniversario della R1), ma è in pista anche il collaudatore Suzuki Sylvain Guintoli, in sella alla 2019 R&D GSX-RR (qui un dettaglio).

Tanta attività in pista nelle FP1, svolte su pista asciutta e che hanno visto Andrea Dovizioso al comando con un miglior tempo di 1:45.358 davanti a Cal Crutchlow, Johann Zarco e Marc Marquez. Completamente diverse le condizioni nel secondo turno di libere: la pioggia caduta precedentemente ha lasciato la pista bagnata e nella prima metà del turno solo una decina di piloti decidono di affrontare il tracciato, mentre la maggior parte rimane ferma ai box in attesa di qualche miglioramento.

Negli ultimi minuti compare qualche pilota in più in pista e molti di questi, viste le migliorate condizioni del tracciato, montano le gomme soft slick. Alla fine sarà Dani Pedrosa a chiudere al comando con un 1:48.136, seguito a circa mezzo secondo da Scott Redding, mentre Danilo Petrucci, Jack Miller e Johann Zarco sono gli ultimi ad accusare meno di un secondo di ritardo dallo spagnolo in queste condizioni.

La classifica delle FP1

La classifica delle FP2

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Superbike: Alvaro Bautista scopre Imola “La pioggia? Non ho paura”

MotoGP: Aprilia con lo spoiler già a Jerez?

CIV Superbike: Michele Pirro-Ducati V4R, chi li batte al Mugello?