MotoGP Ducati sarà un’annata storta? “No, presto torniamo sul podio”

MotoGP Ducati sarà un'annata storia? Paolo Ciabatti assicura di no. "In Texas torniamo sul podio". Ma i problemi non mancano...

11 aprile 2017 - 8:25

Zero punti. La Ducati è tornata dall’Argentina a mani vuote. Andrea Dovizioso travolto senza colpa, Jorge Lorenzo a terra dopo poche centinaia di metri hanno chiuso una gara anticipata da qualifiche nelle retrovie.

 

Il direttore sportivo Paolo Ciabatti pensa positivo, anche se in questo momento non è semplice. “C’è ancora qualche problema da risolvere, ma in reparto corse c’è tanta carne al fuoco e arriveranno presto miglioramenti” assicura il manager torinese. “Siamo tornati a casa con zero punti ma qualche aspetto positivo c’è: Lorenzo è convinto di aver trovato la strada giusta, Dovizioso stava facendo una gara solida e intelligente. Ci sono GP che vanno storti, in Texas (23 aprile, ndr) ci aspettiamo di tornare a lottare per il podio.”

La Ducati si sta stringendo intorno a Jorge Lorenzo ma cinque punti in due GP sono un bilancio nero per il cinque volte iridato al debutto sulla Rossa. “Dopo il primo test di Valencia è stata fatta una serie di modifiche che sono sono riuscite bene. Adesso siamo tornati indietro e Lorenzo si sente fiducioso” prova a spiegare Ciabatti. “Ad Austin speriamo di confermare le sue sensazioni. Questa non è più la Ducati che guidava un solo pilota (Casey Stoner, ndr) nel 2016 abbiamo conquistato due vittorie (Iannone e Dovizioso, ndr) e dieci podi con piloti dallo stile di guida molto differente. Jorge viene da nove anni con la stessa moto, il suo percorso di adattamento è stato più complicato del previsto ma adesso ha preso la direzione giusta.” 

Non resta che aspettare…

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

MotoGP: Danilo Petrucci lavora sull’ergonomia, ma la sella ‘scotta’

BSB Silverstone, gara 2: Tarran Mackenzie, la rivincita

British Talent Cup: Cameron Horsman vince Gara 2