Moto3, Test Qatar: Giorno 3, svetta Romano Fenati

Romano Fenati è il migliore di questi ultimi test in Qatar. Il pilota ascolano stampa precede il compagno di box Tony Arbolino e Aron Canet.

3 marzo 2019 - 18:25

Si chiudono gli ultimi test per la Moto3, con Romano Fenati autore del miglior crono assoluto. Rientrato nella categoria minore dopo il fattaccio di Misano, il pilota Snipers Team si è messo in luce in tutte le giornate, seguito in classifica combinata dal compagno di squadra Tony Arbolino e da Aron Canet (Max Racing Team). Test conclusi, tra sette giorni si fa sul serio con il primo GP della stagione, di scena in Qatar.

Prima sessione di giornata ‘a trazione giapponese’. A lungo dominano Ayumu Sasaki (Petronas Sprinta Racing) e Kaito Toba (Honda Team Asia), prima degli stravolgimenti degli ultimi minuti. Alla fine ci sarà comunque al comando un pilota del Sol Levante, precisamente Kazuki Masaki (Boé Skull Rider), autore di un 2:06.246, a precedere Romano Fenati, Tatsuki Suzuki (SIC58 Squadra Corse) e Lorenzo Dalla Porta (Leopard Racing).

Secondo turno in cui si registrano non solo i migliori tempi di giornata, ma dei tre giorni. L’esempio lampante è Romano Fenati, che ferma il cronometro su un 2:05.285. Quartetto tutto tricolore al comando: dietro all’ascolano infatti si piazzano il compagno di squadra Tony Arbolino, Lorenzo Dalla Porta e Niccolò Antonelli (SIC58 Squadra Corse).

Nella terza ed ultima sessione dei test i tempi si alzano un po’ rispetto a quella precedente. Alcuni piloti, viste le temperature più basse, rimangono fermi ai box, con la classifica finale composta da solo 18 riferimenti cronometrici. Il migliore di questi è un 2:05.653 di Aron Canet, unico a scendere sotto il muro di 2:06 in questo turno. Dietro al pilota del team di Max Biaggi troviamo a più di mezzo secondo Kaito Toba e Tony Arbolino.

La classifica di giornata

La classifica dei tre giorni

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi: “Servono cinque Michele Gadda”

MotoE, Test Valencia: Giorno 1, Hector Garzó il più rapido

Alex Márquez vincitore sfortunato: porte chiuse in MotoGP?