MotoGP, Valentino Rossi

Ferrari chiude le porte a Valentino Rossi: “Servono piloti giovani”

Ferrari debutterà nel Mondiale Endurance nel 2023. In tanti sognano di vedere Valentino Rossi al volante, ma l'età sembra un grande ostacolo.

9 luglio 2021 - 8:43

Valentino Rossi ha anticipato da tempo di voler intraprendere l’avventura endurance dopo l’addio alla MotoGP. Proseguirà l’avventura con il team elvetico Kessel con cui ha già partecipato alla 12 Ore di Abu Dhabi. Primi risultati di rispetto, ma c’è ancora tanto potenziale da sviluppare, facendo leva sulla pluriennale esperienza nel Rally di Monza e sulla passione per le quattro ruote trasmessagli da papà Graziano. Il Dottore sarebbe un centro gravitazionale mediatico ed economico per uno sport ancora troppo di nicchia. Nel tentativo di ripetere l’impresa riuscitagli sin dall’esordio nel Motomondiale.

Valentino-Ferrari un sogno difficile

Velocità, carisma, intraprendenza, coraggio e fama sono doti che solo Valentino Rossi sa miscelare in un solo corpo. Alle sue spalle un gruppo di amici-lavoro molto affiatato che sa mettere radici ovunque. In caso di addio alla MotoGP per il 42enne di Tavullia inizierebbe un percorso di rodaggio nelle corse automobilistiche. Magari in attesa che il marchio Ferrari ritorni nel Mondiale Endurance fra meno di due anni. L’hypercar di Maranello esiste al momento solo sulla carta, a livello di progetto. Nascerà nel nuovo edificio, creato all’interno della pista di Fiorano, dove sono state accorpate tutte le attività sportive GT e Corse Clienti. “Sarà una macchina nuova. Non deriverà da una nostra hypercar stradale attuale o in arrivo“, svela a ‘La Gazzetta dello Sport’ Antonello Coletta, responsabile delle Attività Sportive GT.

Sarà un prototipo dal Dna prettamente Ferrari che saprà distinguersi già nel design, meticolosamente realizzato in galleria del vento. Proprio come avviene per le vetture di Formula 1. Un progetto in grande che molti vorrebbero associare a Valentino Rossi già a partire dal 2023, quando è previsto l’esordio della Rossa. Un sogno che rischia di restare tale se non ci saranno cambiamenti in vista. Anche in questo pianeta l’età ha il suo peso determinante. “Con tutto il rispetto, credo che abbia un’età superiore ai piloti Endurance attuali. E noi andremo a confrontarci con avversari agguerriti – ha spiegato Coletta -. È come se un nostro pilota decidesse di colpo di correre in moto. Valentino si diverte con le GT, magari potrebbe provare in quella classe, ma noi pensiamo di avere già delle scelte all’altezza per la Hypercar e sceglieremo eventuali innesti fra i giovani emergenti“.

Foto: Getty Images

2 commenti

FRA 1988
11:32, 9 luglio 2021

Una splendida compagna,una pensione dorata con un sacco di zeri e si ritiri definitivamente dalle corse.
La chance di andare in Ferrari ce l’aveva ,ma la paura di
un flop annunciato con la F1 gli ha fatto cambiare idea così come per l’esperienza dei rally .Rossi va forte solo su una motocicletta, le altre attività sono un divertimento ma essere competitivi è un’altra cosa.

    Max75BA
    19:25, 9 luglio 2021

    …però potrebbe essere un vincente nel mondiale endurance moto…

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi e Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: “Valentino Rossi non si arrabbia più”

mir motogp misano test

MotoGP, Suzuki sul motore 2022: “Non una rivoluzione, uno sviluppo”

marc marquez motogp

MotoGP: Marc Márquez, primo contatto con la nuova Honda RC-V