Michele Pirro

CIV Superbike: Michele Pirro si prende la pole

Il tester MotoGP ha dominato le qualifiche di Misano e parte favorito in gara 1 (sabato ore 14:50). Lorenzo Savadori con l'Aprilia all'inseguimento

27 luglio 2019 - 11:37

Michele Pirro scatterà dalla pole nelle due gare del quarto appuntamento del CIV Superbike a Misano. Con la Ducati Barni il pilota pugliese ha girato in 1’35″749. In prima fila avrà a fianco Riccardo Russo, con la Ducati del team Motocorsa, e l’Aprilia di Lorenzo Savadori. Sul tracciato dove ha già fatto doppietta ad inizio marzo Pirro partirà per cancellare la battuta a vuolo di Imola, dove a dominare è stato Savadori. Qui la bilancia sembra pendere a favore della Ducati. Meteo: gara 1 scatterà alle 14:50 e dovrebbe essere asciutta, rischio pioggia invece per la rinvincita in programma domenica pomeriggio.

SAMUELE CAVALIERI QUARTO TEMPO

In seconda fila partiranno Samuele Cavalieri (Ducati Motocorsa), Roberto Tamburini (BMW Guandalini) e Federico D’Annunzio, con la seconda Aprilia di Nuova M2 Racing. Dodicesimo crono per Lorenzo Lanzi, che a 37 anni torna a correre nel CIV con la BMW del team Berclaz.

CONFRONTO CON IL MONDIALE

Nella Superpole del round Mondiale, il mese scorso sulla stessa pista, Michele Pirro aveva girato in 1’35″451, utilizzando però la Ducati V4R in configurazione WSBK. Nel CIV il regolamento è più restrittivo e la Rossa è praticamente stock. Fra i numerosi componenti tecnici differenti, anche le sospensioni: nel Mondiale Pirro aveva usato le Showa, fornitore ufficiale di Barni in top class, mentre nel CIV il pilota pugliese è tornato alle Ohlins, che equipaggiano le Ducati del team ufficiale. In pole nella gara Mondiale c’era Jonathan Rea in 1’34″596.

Foto: Marco Lanfranchi

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Scott Redding

Superbike: Scott Redding “Ducati ha tutto per vincere”

Dominique Aegerter al Ranch di Valentino Rossi

Dominique Aegerter: “Il Ranch di Valentino Rossi è davvero speciale”

yari montella cev moto2

ESCLUSIVA Yari Montella: “Stavo per dire basta… Ora punto al Mondiale Moto2”