Spa Francorchamps

BMW conquista la 6 ore di Spa Francorchamps: ora la 24h del 2022

Aspettando la 24 ore del Mondiale Endurance FIM EWC in programma nel giugno 2022, la BMW ufficiale iscritta dal Dunlop Test Team con Markus Reiterberger e Kenny Foray ha vinto la 6 ore motociclistica di Spa Francorchamps 2021.

16 agosto 2021 - 10:25

Cancellata l’edizione 2020 per l’emergenza COVID-19, a Spa Francorchamps lo scorso fine settimana è andata in scena la 6 ore motociclistica, una manifestazione rivelatasi più importante del solito. L’evento ha richiamato infatti l’adesione di ben 47 squadre, con alcune presenze “mondiali” d’eccezione. Presto spiegato il motivo: nel giugno 2022, “Le plus beau circuit du monde” riaccoglierà il Mondiale Endurance FIM EWC per un’attesissima 24 ore.

ANTIPASTO DELLA 24 ORE

La “6 Heures Moto Spa Francorchamps” ha pertanto rappresentato una sorta di antipasto della 24 ore che verrà, annoverando la partecipazione di piloti e squadre del FIM EWC impegnati a scoprire le peculiarità del leggendario tracciato belga. Se nelle prove del venerdì, con le rispettive Suzuki e Honda Superstock, si sono visti in azione rispettivamente Xavier Simeon (pilota Yoshimura SERT Motul) e Mike Di Meglio (F.C.C. TSR Honda), alla 6 ore di gara erano presenti non meno di 5 team del Mondiale al gran completo.

DOMINIO BMW

Leader di fatto sin dalla partenza registratasi sabato alle 11:55, la BMW M 1000 RR ufficiale EWC ha monopolizzato la scena. Iscritta sotto le insegne del Dunlop Test Team diretto sempre da Steven Caeser, lo squadrone BMW Motorrad World Endurance ha posto le basi per una 24h Spa Motos 2022 da protagonista. Nelle qualifiche ufficiali Markus Reiterberger ha infatti demolito di quasi 2 secondi il precedente record della pista con un monstre 2’22″188. Un primato che resterà nella storia considerando che, a partire dal prossimo mese di ottobre, il circuito di Spa subirà delle modifiche per ospitare il FIM EWC.

LA 6 ORE

La BMW #37 ha fatto il vuoto in gara con Markus Reiterberger e Kenny Foray in trionfo, quasi doppiando (1’56” il gap) i più diretti inseguitori del team VRD Igol Yamaha. Sfiorato il podio alla 12 ore di Estoril, la squadra transalpina ha concluso al secondo posto con la R1 #333 affidata a Nico Terol, Florian Marino e James Westmoreland, riuscendo a tratti (soprattutto per soste impeccabili per il cambio-moto) ad impensierire la BMW di testa. A completare il podio un’altra star del Mondiale Endurance come Marvin Fritz, iscritto in proprio con una Yamaha Superstock della YART e con il supporto Bridgestone, per l’occasione affiancato dall’amatore Danny Martz. Tra i team del mondiale, il British Endurance Racing Team si è prodotto in una gran prova, culminata cn il quinto posto finale. Occasione mancata invece per il team RAC41, 33° dopo una partenza sprint ed una serie di problemi tecnici.

APPUNTAMENTO ALLA 24 ORE

Archiviata la 6 ore, l’appuntamento è così fissato per il mese di giugno 2022 con la 24h Spa Motos che erediterà la storia e tradizione della 24 ore di Liegi, riprendendo un conto lasciato in sospeso nel 2003. Per questa occasione, eccezionalmente è prevista una partenza in notturna venerdì sera alle 22:00, per poi lasciare nella giornata di domenica la pista libera per gli amatori.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Bol d'Or

Il Bol d’Or non perdona, la Yoshimura SERT Suzuki impera

Bol d'Or

Yoshimura SERT Suzuki in pole position al Bol d’Or 2021

Bol d'Or

Prime qualifiche (bagnate) del Bol d’Or, svetta BMW