Dakar, Tappa 4: Sunderland 1° beffa Cornejo, abbandona De Soultrait

Sam Sunderland vince la quarta tappa imponendosi per 11 secondi su Cornejo, terza piazza per Benavides. Abbandona la Dakar Xavier De Soultrait.

8 gennaio 2020 - 13:22

Quarta tappa intensa e complessa: solo alla fine conosciamo il nome del vincitore. Sam Sunderland infatti riesce ad imporsi per alle 11” su José Ignacio Cornejo, che precede Kevin Benavides di 35”. Un podio quindi piuttosto serrato, come detto deciso solo all’arrivo con la prima affermazione del campione Dakar 2017 . Il leader è sempre Ricky Brabec, 7° alla fine di questa tappa, mentre si ritira un altro dei nomi importanti per Yamaha, Xavier de Soultrait. Miglior italiano Jacopo Cerutti, 22° con un ritardo di 15′ 31” dal vincitore.

La giornata inizia con Brabec, fresco vincitore della tappa Neom-Neom. È lui a scattare per primo ed inizia a spingere fin da subito, accumulando un buon margine su Kevin Benavides, Price e Cornejo. Altra giornata difficile per Yamaha, che perde un altro dei suoi uomini di punta. Xavier De Soultrait ha voluto iniziare la tappa, nonostante il polso piuttosto malandato dopo l’incidente di martedì (in foto). Il dolore però, dovuto anche al parziale danneggiamento del nervo mediano, è troppo forte: l’abbandono dopo pochi chilometri è inevitabile.

Gonçalves invece è nuovamente in azione dopo i guai al motore accusati nella terza tappa: ben 10 ore per lui per finire, vista la lunghissima sosta forzata. Da dire però che si sta mettendo in evidenza, come dimostra la sua presenza in top ten. Il discorso vale anche per Branch, in pista con una spalla non a posto dopo una forte caduta nella giornata di martedì: il pilota africano, scatto 46°, è risalito in top ten. In ombra in questa tappa Quintanilla, Walkner e Barreda: il terzo in particolare, apparso finora piuttosto sottotono, è protagonista anche di un incidente dopo circa 270 km.

In testa invece assistiamo a svariati ‘passaggi di consegna’. Brabec si mette in evidenza nella prima parte della tappa, ma in seguito accusa maggiori difficoltà. Ci pensa Price a rilevare il comando, ma deve cedere presto a Kevin Benavides, che invece emerge soprattutto nella seconda parte della competizione. Caimi, l’unico rimasto dei tre uomini di punta Yamaha, sta dando il massimo per risalire dal 27° posto in partenza. Stesso discorso per Sunderland, 15° al via dopo una terza tappa complessa.

Il finale riserva un’altra doppia svolta. La vittoria sembra nelle mani di José Ignacio Cornejo, che ha superato il compagno di squadra, ma ecco che Sam Sunderland riesce ad avere la meglio per 11 secondi. Terza piazza per Kevin Benavides, menzione d’onore per Ross Branch, Paulo Gonçalves e Franco Caimi, autori di una grande rimonta. Ricky Brabec chiude al 6° posto, ma mantiene la leadership in classifica generale. Seguono Kevin Benavides e José Ignacio Cornejo, a completare una top 3 tutta Honda.

La top ten di tappa
1. Sam Sunderland – Red Bull KTM Factory – 4h 24′ 40”
2. José Ignacio Cornejo – Monster Energy Honda – 00′ 11”
3. Kevin Benavides – Monster Energy Honda – 00′ 46”
4. Ross Branch – BAS Dakar KTM – 1′ 06”
5. Paulo Gonçalves – Hero Motorsports – 2′ 22”
6. Franco Caimi – Monster Energy Yamaha – 2′ 36”
7. Ricky Brabec – Monster Energy Honda – 2′ 59”
8. Toby Price – Red Bull KTM Factory – 3′ 10”
9. Johnny Aubert – Sherco TVS – 4′ 03”
10. Skyler Howes – KLYMCIW Racing – 5′ 03”

Le classifiche complete

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

edwin straver dakar 2020

Dakar: Edwin Straver, condizioni invariate. Attività cerebrale non al 100%

ricky brabec dakar 2020

Dakar: Ricky Brabec&Honda, scritta la storia nel ricordo di Gonçalves

ricky brabec dakar 2020

Dakar 2020: Ricky Brabec in trionfo, festa Honda dopo 18 anni di KTM