petrucci dakar

Dakar, tappa 4: Petrucci 3° ma sanzionato, ecco la nuova classifica

Cambia la classifica della 4^ tappa: Petrucci perde il podio per penalità, Gonçalves quindi 3°. I nuovi tempi ed i risultati dei piloti italiani.

5 gennaio 2022 - 15:09

Cambia qualcosa per quanto riguarda l’ordine d’arrivo della 4^ tappa della Dakar 2022. Nello specifico si parla dell’esordiente Danilo Petrucci, che perde il suo primo podio per una penalità di 10 minuti, dovuta all’eccesso di velocità in una zona il cui limite era di 30 km/h (fonte: La Gazzetta dello Sport). Di conseguenza il pilota Tech3 KTM precipita fuori dalla top ten, precisamente 15° a quasi 16 minuti (15:53) dal vincitore odierno Barreda. Ringrazia Rui Gonçalves, che si prende il primo podio e porta Sherco sul terzo gradino nella quarta tappa di questa competizione. Rimane comunque una grande giornata per l’italiano, che sta decisamente facendo tremare i veterani di KTM…

Altre penalità

Aggiustati anche i tempi finali, ora ufficializzati con tutti i piloti arrivati a Riyadh. Pur con un minuto di penalità, non è minimamente in dubbio la vittoria di Joan Barreda, tornato in gioco dopo aver perso tantissimo proprio all’inizio di questo Rally Raid. Nessun problema nemmeno per il collega Pablo Quintanilla, mentre come detto fa capolino sul podio per la prima volta il portoghese Rui Gonçalves, davanti al compagno di squadra Lorenzo Santolino. Sherco può certo sorridere con i suoi due alfieri autori di una solidissima quarta tappa (ricordiamo, la speciale più lunga del 2022). Scala in decima piazza poi Ricky Brabec, nono al traguardo prima di una penalità di due minuti. In classifica generale il pilota GasGas Sam Sunderland tiene il comando, mentre Matthias Walkner su KTM sale in seconda piazza, scalzando per poco la Yamaha di Adrien Van Beveren.

Gli altri italiani

Il migliore dei nostri in classifica generale rimane Paolo Lucci, oggi 22° di tappa con un distacco di +22:26, ma vediamo anche cos’hanno fatto gli altri. Niente male Leonardo Tonelli, ripartito oggi dopo vari intoppi meccanici ed organizzativi, che chiude 50° a +1:05:07. È fuori classifica, ma l’esperienza continua ed in maniera positiva. Proseguiamo con Giovanni Gritti, 53° a +1:11:43, più in basso ecco Francesco Catanese 74° a +1:35:01, tre posizioni avanti a Domenico Cipollone giunto a +1:36:39. La lista continua con Franco Picco 80° a +1:37:23, per poi avere Giovanni Stigliano 83° (+1:39:36) seguito a ruota dall’Original by Motul Cesare Zacchetti (+1:39:57). C’è poi Aldo Winkler in P105 a +2:15:27, due posizioni più giù ecco il figlio Andrea a +2:15:57, con Lorenzo Piolini poi 110° a +2:19:28. Infine c’è il nostro secondo pilota schierato in Original by Motul, ovvero Tiziano Internò, oggi 115° a +2:25:32. Ripartito senza problemi dopo i danni causati alla sua Husqvarna dall’investimento da parte del buggy di Nani Roma. Dopo l’aiuto dal direttore di gara David Castera verso l’italiano, l’autista spagnolo si è subito scusato e prodigato per le riparazioni del caso.

“Come ho progettato il mio sogno” la magnifica autobiografia Adrian Newey, il genio F1

La top ten aggiornata 

1. Joan Barreda (ESP) – Monster Energy Honda Team – 4:07:06
2. Pablo Quintanilla (CHL) – Monster Energy Honda Team – +3:37
3. Rui Gonçalves (PRT) – Sherco TVS Rally Factory – +6:59
4. Lorenzo Santolino (ESP) – Sherco TVS Rally Factory – +7:56
5. Luciano Benavides (ARG) – Husqvarna Factory Racing – +8:55
6. Sam Sunderland (GBR) – GasGas Factory Racing – +9:15
7. Matthias Walkner (AUT) – Red Bull KTM Factory Racing – +10:45
8. Stefan Svitko (SVK) – Slovnaft Rally Team – +12:03
9. Martin Michek (CZE) – Orion-Moto Racing Group – +13:18
10. Ricky Brabec (USA) – Monster Energy Honda Team – +13:34

La top ten generale

Le classifiche complete

Foto: Florent Gooden/DPPI

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Danilo Petrucci KTM Dakar

Il consiglio di Danilo Petrucci: “Piloti MotoGP, provate la Dakar!”

Danilo Petrucci

Danilo Petrucci: “Ducati mi ha cercato, che soddisfazione!”

Danilo Petrucci SBK

Danilo Petrucci verso gli Usa: inizia la sfida Superbike con Ducati