Oulton

BSB Oulton Park Gara 1: Jason O’Halloran torna alla vittoria

Dopo 4 anni Jason O'Halloran ad Oulton Park. ritorna alla vittoria ed è l'ottavo differente vincitore in dieci gare del British Superbike 2020.

19 settembre 2020 - 18:11

Una gara vissuta tra le “fiammate” degli attesi protagonisti, con un plotone di testa comprensivo di 8 piloti e con un gradito ritorno sul gradino più alto del podio. Esattamente 1.532 giorni dopo l’affermazione di Gara 1 a Snetterton 2016, Jason O’Halloran torna alla vittoria al culmine di un’entusiasmante prima manche sui saliscendi di Oulton Park che lo ripropone tra i legittimi pretendenti al titolo 2020. Parlando di numeri, non è soltanto la seconda affermazione in carriera per O’Show (la prima con McAMS Yamaha), ma si tratta dell’ottavo differente vincitore nelle 10 gare finora disputate. Una stagione, ancor prima del suo rush finale, oggettivamente memorabile per il British Superbike.

O’HALLORAN 1.532 GIORNI DOPO

Per Jason O’Halloran si tratta di un’affermazione significativa, con tutte le ragioni di questo mondo. In primis per il ritorno alla vittoria, trascorsi più di 4 anni dal primo centro conseguito a Snetterton 2016, all’epoca da portacolori Honda Racing UK beffando all’ultima curva l’allora compagno di squadra Dan Linfoot. Superati 2 brutti infortuni e concluso il prolungato sodalizio con la casa dell’ala dorata, finalmente il 32enne australiano ha convertito la pole in una vittoria che rilancia le sue quotazioni in campionato, proponendosi quale più diretto inseguitore del capo-classifica Glenn Irwin (5° in Gara 1) a 30 punti di svantaggio.

GARA D’ATTESA

Oulton Park, circuito particolarmente probante per l’usura degli pneumatici, nella prima parte della contesa ha inevitabilmente offerto una gara d’attesa, non senza qualche emozione e sussulto. All’iniziale fiammata Honda con i fratelli Irwin a far l’andatura, ben presto uno scatenato Christian Iddon (PBM Ducati) si era ritrovato in testa dopo esser scattato dall’ottava casella. Con un ritmo alto sull’1’35” alto, O’Halloran in quel frangente ha controllato la situazione, dando tutto nella fase decisiva della corsa. Al tredicesimo giro lasciandosi alle spalle i fratelli Irwin, una tornata più tardi infilando al tornantino Shell il leader Iddon. Col senno di poi, questo è stato il sorpasso della gara, ma sono stati gli ultimi due giri a determinare vincitori e vinti, con i duellanti alla vittoria autori di un cambio di passo. Dapprima, al penultimo giro, Iddon per primo è sceso sotto il muro dell’1’35” in 1’34″978, con la prevedibile risposta di O’Halloran alla conclusiva tornata con il best lap (che vale la pole per Gara 2) in 1’34″704.

CAINO E ABELE

Con Jason O’Halloran meritevole vincitore ed un Christian Iddon che salva il bilancio Ducati con il secondo posto, il podio ritrova Danny Buchan, terzo e favorito dall’autogol Honda Racing UK. A 3 giri dal termine Glenn, nel tentativo di sfilare il fratello Andrew, è arrivato lungo alla Lodge, favorendo così l’avanzata del portacolori FS-3 Kawasaki. Gli Irwin Broz se le sono poi suonate anche all’ultimo giro in una situazione da “Caino e Abele” pensando al campionato, con Andrew 4° beffando Glenn e togliendogli 2 punti utili nella corsa al titolo.

DOMANI GARA 2 E 3

Glenn Irwin quinto adesso fa già i conti-campionato annoverando 30 lunghezze di margine su O’Halloran, 38 su Josh Brookes (8° e mai in gara), 42 su Iddon. Perdono quota le aspirazioni di Tommy Bridewell, quattordicesimo in un weekend finora disastroso, aspettando le restanti due gare in programma domani.

Bennetts British Superbike 2020

Oulton Park, Classifica Gara 1

1- Jason O’Halloran – McAMS Yamaha – Yamaha YZF R1 – 16 giri in 25’34.442

2- Christian Iddon – VisionTrack Ducati – Ducati Panigale V4 R – + 0.358

3- Danny Buchan – Rapid Fulfillment FS-3 Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR – + 0.804

4- Andrew Irwin – Honda Racing – Honda CBR 1000RR-R – + 3.959

5- Glenn Irwin – Honda Racing – Honda CBR 1000RR-R – + 4.069

6- Lee Jackson – Rapid Fulfillment FS-3 Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR – + 4.119

7- Bradley Ray – Synetiq BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 4.359

8- Josh Brookes – VisionTrack Ducati – Ducati Panigale V4 R – + 4.476

9- Tarran Mackenzie – McAMS Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 5.884

10- Gino Rea – Buildbase Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 14.324

11- Luke Mossey – Rich Energy OMG Racing – BMW S1000RR – + 14.773

12- Peter Hickman – Global Robots BMW – BMW S1000RR – + 15.806

13- Ryan Vickers – RAF Regular and Reserves Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR – + 22.051

14- Tommy Bridewell – Oxford Products Racing – Ducati Panigale V4 R – + 22.672

15- Keith Farmer – Buildbase Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 25.931

16- Taylor Mackenzie – Synetiq BMW Motorrad – BMW S1000RR – + 32.379

17- Storm Stacey – GR MotoSport – Kawasaki ZX-10RR – + 41.226

18- Hector Barbera – Rich Energy OMG Racing – BMW S1000RR – + 42.599

19- Josh Owens – CDH Racing – Kawasaki ZX-10R – + 50.846

20- Graeme Irwin – Team 64 Motorsport MET Healthcare – Kawasaki ZX-10RR – + 1’01.915

21- Bjorn Estment – NP Motorcycles/Lextek – BMW S1000RR – + 1’15.762

22- Brian McCormack – The Roadhouse Macau by ON-1 – BMW S1000RR – + 1’35.374

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Brands Hatch

BSB Brands Hatch questa sera su Sky Sport MotoGP HD

Josh Brookes

BSB Brands Hatch Gara 3: Josh Brookes Campione 2020 con Ducati

Brands Hatch

BSB Brands Hatch Gara 2: Josh Brookes vince, titolo ancora in palio