Superbike: Jonathan Rea vince anche in libreria e sul web

Chi ha detto che Jonathan Rea non è "personaggio"? La sua biografia in libreria oggi tira più di quelle di Cairoli e Rossi. La Superbike viaggia forte sul web

24 maggio 2021 - 19:00

Jonathan Rea ha tagliato il traguardo delle 100 vittorie appena poteva, cioè nella gara d’apertura del Mondiale, poi ha fatto il bis nella corsa sprint. Se al Motorland Aragon le condizioni di pista fossero rimaste asciutte, il fuoriclasse Kawasaki avrebbe probabilmente calato il tris. Ma anche in inferiorità di gomme, e nonostante il grandissimo rischio scampato quando Garrett Gerloff gli è finito addosso,  il 34enne dell’Irlanda del Nord ha portato a casa il massimo: secondo. In un solo round ha accumulato 17 punti di vantaggio su Scott Redding, che per vincere gara 2 è stato costretto a rischiare le slick su pista inizialmente bagnata. Tanti continuano a sostenere che Jonathan Rea sia poco personaggio. Ma è solo perchè non fa scenette a fine gara, non parla (quasi) mai male di nessuno e quando è in giro per il paddock è il solito ragazzo umile e gentile come quando era sconosciuto. In realtà il Cannibale piace, eccome.

In libreria meglio di Cairoli e Rossi 

L’autobiografia di Jonathan Rea, “In testa”,  è uscita in Italia esattamente due anni fa ma va ancora fortissimo. In queste ore il libro pubblicato da CDMedizioni, lo stesso editore di Corsedimoto, è balzato al primo posto nella classifica dei best seller di motociclismo di Amazon. Precede le biografie pubblicate da giganti del motociclismo italiano come Tony Cairoli (secondo), Valentino Rossi (terzo), Max Biaggi (quarto) e Loris Capirossi (quinto).  In 272 pagine, oltre a 16 tavole a colori, Jonathan Rea racconta di proprio pugno l’intera carriera: i sogni da bambino, l’esordio in motocross, gli inizi in velocità e i gravissimi incidenti che ha subìto. “In Testa” è disponibile su Amazon Libri  e sulle altre principali piattaforme on line, nonchè nelle  librerie fisiche.

Superbike benissimo sul web 

Il Mondiale è partito bene anche sul web. Nelle due giornate di gara al Motorland Aragon (sabato 22 e domenica 23 maggio) Corsedimoto ha registrato complessivamente 320.632 pagine lette, con 191 mila lettori unici. Nelle due giornate i video pubblicati sul nostro sito hanno avuto 153 mila visualizzazioni. Parliamo di numeri leggermente superiori alla media di traffico quotidiana della nostra piattaforma.  Non c’erano altri eventi motociclistici nel week end, segno che l’interesse del pubblico italiano verso la Superbike si mantiene molto alto. Che il Mondiale abbia qualche problema non si discute, ma la passione della gente è rimasta intatta.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Iker Lecuona

MotoGP, Iker Lecuona critica KTM: “Non è corretto”

yamaha replica superbike toprak

Superbike, ecco la replica della Yamaha R1 mondiale con Razgatlioglu

MotoGP, box Suzuki

MotoGP, ultimi colpi di mercato: Suzuki guarda alla Superbike