Scott Redding

Super Scott Redding: A Valencia con la V4 S stradale va forte come la Moto2!

Il ducatista si allena a Valencia con la V4 S stradale e gira forte quanto i migliori piloti della Moto2. Per l'azienda Scott si sta rivelando un testimonial eccezionale

1 febbraio 2020 - 9:57

Non sappiamo ancora se Scott Redding riuscirà a battere Jonathan Rea e a riportare il Mondiale Superbike in Ducati dopo nove lunghi anni di digiuno. Ma intanto il 27enne britannico è diventato un testimonial eccezionale per la marca italiana. Non passa giorno che SR45 non faccia parlare di se. Dopo aver archiviato i test di Portimao, con un promettente secondo tempo, l’ex MotoGP è andato a Valencia per continuare l’allenamento, utilizzando la sua Ducati V4 S stradale. Pur dividendo la pista con gli amatori, è riuscito a stampare un impressionante 1’34″5. Con questo riferimento Scott Redding sarebbe partito in prima fila (terzo tempo) nel recente GP della Moto2, sullo stesso tracciato…

A PASSO DI MOTO2

Redding ha girato così forte con una V4 S pressochè di serie. Via gli specchietti, scarico Akrapovic, ammortizzatore Ohlins TTX36, con settaggio “racing”. I confronti a distanza valgono sempre il giusto, ma certo fa impressione constatare che con una stradale Scott abbia girato ad un solo decimo dalla pole di Jorge Navarro. Okay, la Ducati V4 R ha 220 cavalli, contro i 140 della Moto2 motorizzata Triumph. Ma pesa anche trenta chili in più…Ricordiamo che Redding ha gareggiato per quattro anni in Moto2, firmando tre successi nel 2013, l’ultima stagione conclusa al secondo posto dietro Pol Espargaro.

L’ELOGIO DEL CAPO 

La piccola impresa di Scott Redding è stata rivelata da Claudio Domenicali, numero uno Ducati. Via social, il CEO dell’azienda del Gruppo Audi ha fatto notare quanto veloce sia l’ammiraglia supersportiva, già in configurazione stradale. E poi ha riconosciuto merito al britannico: “Fantastico Scott e ottimo lavoro di squadra per migliorare la Panigale!”  Claudio Domenicali è lo stesso dirigente che aveva “salutato” Alvaro Bautista accusandolo, sempre via social,  di aver tradito la causa ed essere andato in Honda per soldi. La Rossa, a livello d’immagine, nel cambio con Redding ci ha sicuramente guadagnato. Fra poco la parola passerà alla pista.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Scott Redding

Superbike, Scott Redding: “Si vince nel week end, non nei test”

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding: “Questo cane è in gabbia da troppo tempo!”

Lorenzo Savadori

Lorenzo Savadori fra Aprilia e Honda: “Non ho ancora valutato”