MotoGP Sgarbo Yamaha a Lorenzo “A Jerez con la Ducati non girerai”

MotoGP Sgarbo Yamaha a Lorenzo “A Jerez con la Ducati non girerai”

Adesso è guerra tra il Campione del Mondo e la sua attuale squadra: niente nulla osta per provare in Spagna a fine novembre

13 commenti

La Gazzetta dello Sport in edicola sabato 8 ottobre rivela che Yamaha ha negato a Jorge Lorenzo il permesso di prendere parte ai test che Ducati svolgerà 23-24 novembre a Jerez (Spagna).

Il campione del Mondo in carica potrà comunque prendere contatto con la Ducati GP17 nelle due giornate di collaudo programmate a Valencia (Spagna) il 15-16 novembre, all’indomani della gara conclusiva MotoGP. Per Lorenzo sarà il cambio di Marca ufficiale dopo nove anni in Yamaha.

Anche se bloccati per contratto fino a scadenza dell’anno solare, ormai da anni è consuetudine “liberare” in anticipo i piloti che hanno cambiato marca. Ma Lorenzo ha avuto disco rosso. E in Ducati non l’hanno presa affatto bene. “Abbiamo provato in ogni modo a sbloccare la situazione ma abbiamo trovato di fronte un muro” commenta sconsolato il direttore sportivo Davide Tardozzi. Teoricamente Ducati avrebbe potuto bloccare a sua volta Andrea Iannone, impedendogli di salire sulla Suzuki, in modo da far crescere la tensione tra le squadre e arrivare ad una moratoria generale, magari benedetta da Dorna. “Ma non ci abbiamo neanche pensato: siamo convinti che in un clima di sportività queste cose dovrebbero essere normali.”

E se Yamaha avesse messo il veto per spingere Jorge Lorenzo a mettersi a disposizione di Valentino Rossi nelle quattro gare finali? Una cosa tipo: “Tu fai gioco di squadra e noi ti daremo il permesso per i test Ducati”. A pensare male spesso ci si prende…

13 commenti

13 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Sbulbor - 2 mesi fa

    Il doping degli articoli è una pratica diffusa, vietata eticamente, ma che viene effettuata spesso con la sottigliezza che ahimè manca alla chiusa dell’articolo. Si poteva chiudere lì no? Invece mettiamoci una manciata di pepe che è sempre gratis. Allora poi diventa difficile fare i paladini della verità, sembrare equidistanti quando ogni notizia viene piegata alla polemica faziosa. Quanto è successo non è così poi strano nella storia di Yamaha, ma la cosa più comica è anche solo pensare che Lin Jarviss possa andare a ricattare Lorenzo (che tutti sanno può fare a meno di un test per evitare di aiutare Rossi). Se volete migliorare come dite e ascoltare i consigli (come dite) cercate di elevarvi al di sopra. Le chiacchiere da bar o le si fa o le si smentisce, dovete scegliere ancora da che parte stare credo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paolo Gozzi - 2 mesi fa

      Se permette, frequentiamo le corse da una trentina d’anni, abbondanti. E Le assicuro di averne sentite e viste di ben peggiori. Avete un’idea dello sport edulcorata, veicolata dalle TV che vi propongono un motociclismo dove tutti ridono, tutti fanno battute e tutti sono amici. In realtà il paddock è un nido di serpenti, salvo poche eccezioni. Per cui ci sta tutto, di più. Inoltre la frase che l’ha fatta scandalizzare è proposta come ipotesi: significa che potrebbe essere ma anche no. Il fatto che lei sia rimasto così colpito tanto da farci un commento dimostra che abbiamo fatto bene il nostro lavoro. Saluti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Dalpo - 2 mesi fa

    Che recuperi Rossi mi sembra alquanto improbabile se non quasi (non esiste la matematica nelle corse) impossibile. Penso che ormai Marquez abbia gia’ lo champagne per i (meritati) festeggiamenti in freezer. Anche se appunto la bellezza dello sport è che non è mai certo.
    Sulla situazione contrattuale di Lorenzo non vedo cose strane. Alla fine a Valencia prova e poi fino a fine anno sarà legato alla Yamaha contrattualmente. non mi pare uno sgarbo. Lo stesso Rossi provo’ a Valencia e poi non provo’ a Jerez dove fecero i test Guareschi e Battaini restando contrattualmente vincolato a Yamaha. Difficile se non impossibile sapere vincoli o situazioni interne tra le squadre.

    P.s. complimenti per i ban su corsedimoto (facebook) per aver semplicemente espresso un parere educato. Mi spiace perchè francamente ci ho sempre scritto senza problemi e la riteneva una testata seria. Mi spiace sul serio. Boh.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paolo Gozzi - 2 mesi fa

      Salve, il nostro Facebook è gestito da professionisti. Da noi la pratica del ban è quasi sconosciuta, per cui se tra diverse centinaia di migliaia di persone Lei è stato pochissimi ad incappare nelle maglie dei nostri specialisti ci sarà stato un motivo. Nel nostro canale social non si può entrare offendendo o spaccando le bottiglie in testa agli altri avventori. Se succede, interviene la security a ristabilire la calma. Corsedimoto è la casa degli appassionati e non degli intemperanti. Critiche, anche dure, invece sono le benvenute perchè molto spesso ci aiutano a migliorare. Saluti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Dalpo - 2 mesi fa

        Intanto grazie per la risposta. Ma onestamente mai offeso ne mai tirato bottiglie a nessuno.e sfido chiunque abbia messo il ban a dire il contrario. Posso anche cercar i vecchi commenti e riportarli. Il mio commento era come quello espresso su questa pagina e non mi sembra francamente degno di ban. Lo e’. Ripeto stesso commento messo qua su questa pagina. Ovviamente esclusa la parte finale. Poi vado su Facebook e leggo gente che sull’articolo offende a destra e sinistra. Rimango davvero basito.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Paolo Gozzi - 2 mesi fa

          Salve, continui pure a commentare direttamente qui sul sito. Le opinioni dei lettori ci fanno molto piacere. Saluti.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Dalpo - 2 mesi fa

            Salve Paolo. Certamente che continuo a commentare qua. COme faccio da sempre su altri portali facebook dai quali non son mai stato, peraltro, bannato e lo farò con la passione che mi fa seguire dagli anni 80 anche sui circuiti moto in ogni categoria, f1 e qualsiasi cosa abbia un motore. Mi permetto solo un ultimo commento sulla vicenda perché accetto il ban (non è una questione di vita o di morte) ma per onesta’ non il perché dato che non sussiste e dato che, come detto, non c’è motivazione plausibile allo stesso. Ne è comprova il fatto che il mio commento l’ha postato identico un amico ed è sempre li in bella vista su facebook con tutta la sua educazione (in mezzo a tanti “che notizia del caz*, “Rossi merda”, “Lorenzo checca isterica”. citazioni non roba mia ovviamente dato che ho rispetto per qualsiasi pilota a differenza di tanti che scrivono). I casi quindi sono due … o i professionisti che gestiscono la pagina ieri, parafrasando il mai troppo compianto Professor Scoglio, hanno bannato “ad minchiam” prendendo a casa o, come è dato di fatto, hanno bannato persone che magari non hanno simpatico qualcuno o qualcosa (il che è abbastanza patetico e puerile mi consenta)… potrei citar esempi di 2,3 persone bannate senza che nemmeno abbiano mai commentato. Quindi vista la simpatia per la pagina perlomeno se devo essere bannato mi piacerebbe che visto il taglio professionale ci fosse anche l’onesta’ intellettuale di dir la verità sul ban o chi ha optato per il ban rispondesse con una motivazione (cosa che non farà perchè inesistente). Ringrazio ancora per le risposte. Enrico

            Mi piace Non mi piace
  3. Dlindlon - 2 mesi fa

    VR46 è quasi impossibile che recuperi lo svantaggio su Marquez. Aiutare Rossi per quale motivo!? C’è ancora in gioco il titolo costruttori, se fanno ste minchiate di demotivare Lorenzo allora il titolo lo prende Honda. A meno che demotivando e “sabotando” Lorenzo non vogliano fare il gioco di sua maestà valentino che ha chiesto a Yamaha di voler essere lui il secondo classificato nel mondiale. Non so se ho reso l’idea. Benedetto quel giorno che il re dei canarini si leverà dalle palle.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paolo Gozzi - 2 mesi fa

      Beh restano quattro gare, non sono poche. Se Marquez facesse uno zero? E’ chiaro che Yamaha stia facendo i suoi calcoli e aggiustando le strategie. Valentino è una rimonta molto difficile ma ad oggi non impossibile. Perchè i punti in ballo sono ancora tanti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Dlindlon - 2 mesi fa

        Si, in TEORIA è così. Ma è risaputo che Lorenzo, pur di non aiutare a vincere colui che lo ha vessato e stuzzicato in tutti modi per anni, piuttosto si farebbe tagliare un dito. Le sembra questo il modo di motivare un pilota che potrebbe essere decisivo per portare a casa almeno il mondiale costruttori? Questa non è una strategia, è come quel marito che per farla pagare alla moglie si taglia le palle da solo. Risultato? Marquez vince il Mondiale, Rossi arriverà secondo per ovvi motivi, Lorenzo in queste ultime gare avrà un sacco di setting e problemi con le gomme 😉 Domanda: vale più un mondiale costruttori o un secondo posto nel mondiale? Che pagliacci.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. cromaad9_394 - 2 mesi fa

          Dlindlon: Non capisco la tua illazione sugli “ovvi motivi”. Pensi davvero che la Yamaha remi contro JL, non fornendogli materiale al pari di VR e/o sabotando JL? E a quale scopo? I due piloti arriverebbero comunque secondo e terzo. Non credo che VR istighi o possa istigare la Yamaha a questo comportamento nè che la Yamaha possa subirlo. Chi vede possibili tali comportamenti è in malafede. La strategi è una sola : mettere i due piloti Yamaha in condizione di andare il più veloce possibile.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. cromaad9_101 - 2 mesi fa

      Bel linguaggio, bell’intervento … degno di una persona lucida e perbene. Intanto Valentino Rossi è stato, è e sarà ancora un grandissimo campione riconosciuto tale in tutto il mondo. Chi come te mastica amaroed ha masticato amaro in tutti questi vent’aani ne è il diretto responsabile. me personalmente VR non piaceva molto, per il suo modo di comportarsi fuori pista. Mi piaceve Max Biaggi, ma quando ho assistito al GP del Giappone in cui ha allargato i gomiti causando l’uscita sull’erba di VR col rischio di farlo schiantare sul muretto … beH ho iniziato a vedere Biaggi in altro mopdo, così come quando lo pelò (Max a Vale) dopo la fine del GP mentre VR era seduto di traverso sulla sua moto. Quando nel 2004 salì sulla Yamaha e poi nel primo GP della stagione (Sud Africa2004) stracciò tuttI , Max in primis (ed aveva la moto migliore) allora non ebbi più dubbi sul chi fosse il pilota migliore del motomondiale: VALENTINO RRRRROSSIIIIII!!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. cromaad9_896 - 2 mesi fa

      Dlindlon: Non capisco la tua illazione sugli “ovvi motivi”. Pensi davvero che la Yamaha remi contro JL, non fornendogli materiale al pari di VR e/o sabotando JL? E a quale scopo? I due piloti arriverebbero comunque secondo e terzo. Non credo che VR istighi o possa istigare la Yamaha a questo comportamento nè che la Yamaha possa subirlo. Chi vede possibili tali comportamenti è in malafede. La strategi è una sola : mettere i due piloti Yamaha in condizione di andare il più veloce possibile.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy