MotoGP: Jorge Lorenzo il più rapido nei test privati a Misano

MotoGP: Jorge Lorenzo il più rapido nei test privati a Misano

La giornata di test privati si chiude con il miglior tempo ufficioso di una Ducati, quella di Lorenzo, che ha preceduto Dovizioso e Crutchlow.

di Diana Tamantini, @dianatamantini

Si è conclusa la giornata di test privati programmata per domenica 19 agosto da alcuni team MotoGP al Misano World Circuit Marco Simoncelli: i tempi ufficiosi mostrano un Jorge Lorenzo davvero rapido, davanti al compagno di squadra Andrea Dovizioso ed al pilota LCR Honda Cal Crutchlow.

Ad una settimana dalla vittoria conquistata in Austria, il maiorchino della Ducati ha completato 72 giri sul tracciato sammarinese, fermando il cronometro su un ottimo 1:31.9, sei decimi più rapido di ‘Dovi’, che invece ha fatto registrare un miglior tempo di 1:32.5 nelle 90 tornate completate nel corso della giornata odierna. Lavoro soprattutto di messa a punto per entrambi i piloti Ducati, determinati a mostrare la propria competitività nei prossimi appuntamenti iridati ma che hanno ottenuto anche una buona base per il Gran Premio di San Marino. Per Ducati in pista anche il tester Michele Pirro (74 i giri completati, 1:33.5 il suo tempo), che continuerà le sue prove anche lunedì e martedì.

Come detto, il terzo miglior tempo in 1:33.1 è stato stampato dalla RC213V di Cal Crutchlow, in azione assieme al compagno di squadra Takaaki Nakagami ed alle Honda del team Estrella Galicia 0,0 Marc VDS di Franco Morbidelli e Thomas Lüthi, mentre Marc Marquez e Dani Pedrosa non hanno preso parte alla giornata di test. Una domenica piuttosto attesa soprattutto da Yamaha, la cui speranza è di poter compiere qualche passo avanti: Valentino Rossi (86 giri realizzati con un miglior crono di 1:33.2) e Maverick Viñales (95 tornate per lo spagnolo, 1:33.4 il suo tempo) hanno provato qualche nuovo set up, cercando di migliorare già in vista di Silverstone, in programma il prossimo fine settimana.

Test invece più importanti in casa Aprilia, con Aleix Espargaró (che ha chiuso con un miglior tempo in 1:33.5) e Scott Redding (1:33.8 il suo crono) che hanno provato le evoluzioni al motore della RS-GP. Assenti, oltre al duo Repsol Honda, sia i piloti ufficiali Suzuki Ecstar che il team Red Bull KTM Factory Racing. Da segnalare anche un prototipo anteriore portato da Michelin per il 2019 e provato dai presenti: non sembra però aver avuto buoni riscontri. Qui il punto sulle gomme 2018

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy