MotoGP Argentina Andrea Iannone “La penalizzazione non è giusta”

MotoGP Argentina Andrea Iannone “La penalizzazione non è giusta”

MotoGP Argentina Andrea Iannone contesta la penalizzazione per partenza anticipa. Intanto continua a sorprendere la coppia Yamaha Tech3

Si chiude un brutto weekend per il team Ecstar Suzuki: Andrea Iannone, deciso a riscattarsi dopo la caduta a Losail, è incappato presto in un ride through per partenza anticipata, cosa che l’ha fatto precipitare in classifica chiudendo sedicesimo, unico fuori dai punti. Non un weekend positivo per Alex Rins, convalescente da un infortunio al piede e ritirato in anticipo per caduta. Dall’altra parte sorride il team Monster Yamaha Tech 3: gli esordienti Johann Zarco e Jonas Folger infatti hanno realizzato due solide prestazioni, chiudendo rispettivamente in quinta e sesta posizione dopo aver battagliato con piloti ben più esperti.

Cominciamo con Suzuki, che come detto porta a casa un doppio zero dall’Argentina. “Il weekend è stato davvero difficile” ha commentato Iannone, “sono stato colpito da un altro pilota e ho perso molte posizioni. Penso che per questo la Direzione Gara avrebbe potuto valutare diversamente la mia partenza. Un peccato, il mio ritmo era buono e potevo lottare per la top 6. Ora dobbiamo ripartire da zero, ci meritiamo risultati migliori.” Come detto, non è andata meglio a Rins: “Sapevo che sarebbe stato difficile per la lesione, sono riuscito ad esserci. Ho realizzato un’ottima partenza e mi sentivo bene in sella, ma quando ho cercato un sorpasso sono caduto, fortunatamente senza problemi al piede. Ora dobbiamo pensare ad Austin.”

Si chiude positivamente il weekend argentino in Tech3, con i due esordienti protagonisti di una gran rimonta arrivando a battagliare per le prime sei posizioni. “Ero molto arretrato in griglia” ha commentato Zarco, quattordicesimo dopo le qualifiche, “ma il feeling in sella era buono e sapevo di poter fare bene. Sono stato in grado di duellare con i miei rivali, ma sono riuscito a rimanere calmo nonostante le cadute. Era importante prendere punti dopo lo zero in Qatar, sono davvero contento.” Ottimo risultato anche per Folger: “Ero preoccupato perché ieri notte non stavo bene e ho dovuto prendere qualche medicina. La partenza è stata positiva, anche se un errore mi ha fatto perdere molte posizioni. Johann era più veloce di me oggi e devo lavorare su me stesso per capire come posso batterlo, è il mio obiettivo. Siamo davvero contenti del risultato e non vediamo l’ora di andare in Texas.”  

MotoGP Argentina la cronaca

MotoGP Argentina Valentino Rossi “Maverick più veloce ma…”

MotoGP Argentina Ducati doppio disastro

MotoGP Argentina Honda HRC a secco 

MotoGP Argentina Aleix Espargaro cade Aprilia sogno rinviato

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy