Le Gare del Weekend del 5 settembre

Motomondiale a Misano, Superbike al Nurburgring

7 settembre 2010 - 7:44

Weekend tragico per il motociclismo con la scomparsa di Shoya Tomizawa nella gara riservata alla Moto2 a Misano Adriatico poco prima della partenza della MotoGP. Nella classe regina il trionfo, secondo consecutivo, è andato a Dani Pedrosa, che ha preceduto sul traguardo Jorge Lorenzo e Valentino Rossi tornato sul podio in terza posizione, battendo in volata Andrea Dovizioso. Al quinto posto Casey Stoner, che ha perso terreno da metà gara in poi, davanti soltanto alle Yamaha Tech 3 di Ben Spies e Colin Edwards. Marco Melandri, che passerà in Superbike con Yamaha nel 2011, è decimo con Marco Simoncelli scivolato e soltanto 14° sul traguardo. Caduta al via per Loris Capirossi centrato da Nicky Hayden.

Come detto gara tragica per la Moto2, dove Shoya Tomizawa ha perso la vita in un drammatico incidente all’undicesimo giro dove sono rimasti coinvolti Alex De Angelis e Scott Redding. La vittoria, per quanto può valere, è andata a Toni Elias al quarto successo consecutivo e sempre più leader del mondiale, chiudendo davanti a Julian Simon, Thomas Luthi e Simone Corsi. Andrea Iannone è stato fermato da un problema tecnico alla sua Speed Up, non prima di dover rimontare dall’ultima posizione per un “ride through”.

In 125cc ritorno al successo per Marc Marquez, il sesto stagionale, che ha guadagnato punti preziosi su Nico Terol, secondo, e Pol Espargaro, soltanto quinto. Ritorno a podio per Efren Vazquez vincitore in volata del confronto con Bradley Smith e Sandro Cortese, tutti con le RSA marchiate Aprilia/Derbi. Il primo italiano in gara è Simone Grotzkyj Giorgi, quattordicesimo, mentre Armando Pontone 18° è il migliore tra le “wild card”.

Finale per la Red Bull Rookies Cup, con la gara unica del sabato pomeriggio a Misano Adriatico vinta da Danny Kent, ma con Jake Gagne secondo e campione 2010 succedendo nell’albo d’oro a Johann Zarco, J.D. Beach e Jakub Kornfeil. Sfiora il podio Kevin Calia, quarto e sesto in campionato, seguono Alessio Cappella (7°) e Niccolò Antonelli (8°), mentre Alejandro Pardo è uscito di scena nelle fasi iniziali.

Da Misano al Nurburgring per la Superbike, dove Jonathan Rea e Noriyuki Haga si sono divisi le vittorie nelle due gare in programma. Nella prima manche il pilota nordirlandese ha avuto la meglio su Carlos Checa e Cal Crutchlow, con Max Biaggi quarto quando il suo rivale per la corsa al titolo Leon Haslam ha concluso 6° dopo un incidente al primo. “Pocket Rocket” si è rifatto nella seconda manche chiudendo davanti al “Corsaro”, mentre Noriyuki Haga ha viaggiato indisturbato verso il secondo successo stagionale con la Ducati ufficiale.

Per la Supersport ancora una vittoria di Eugene Laverty che ha ridotto lo svantaggio su Kenan Sofuoglu in classifica. La “beffa” è arrivata nel post-gara con la squalifica di Gino Rea per irregolarità tecnica, secondo sul traguardo, consentendo a Sofuoglu di guadagnare punti preziosi per il campionato. Podio per Broc Parkes all’esordio con la Kawasaki in sostituzione di Joan Lascorz, dalla 7° alla 10° posizione quattro italiani: Massimo Roccoli, Michele Pirro, Roberto Tamburini e Danilo Dell’Omo.

In Superstock 1000 non si ferma l’avanzata di Ayrton Badovini, già campione con tre gare d’anticipo, vincitore dell’ottava corsa consecutiva in otto prove stagionali. Il pilota del team BMW Motorrad Italia ha rimontato nel finale su Maxime Berger conquistando la vittoria, mentre Andrea Antonelli conquista il terzo podio consecutivo con la Honda del Team Lorini. Gli altri italiani: dalla 6° all’8° posizione Michele Magnoni, Davide Giugliano e Eddi La Marra, 10° Daniele Beretta, 12° Andrea Boscoscuro, 13° Danilo Petrucci, 19° Nico Vivarelli con la KTM.

Nell’Europeo Superstock 600 vittoria di Jeremy Guarnoni prossimo alla conquista del titolo. Il pilota francese, che ha preceduto sul traguardo l’olandese Tony Covena ed il compagno di squadra Romain Lanusse, vanta ora 43 punti di vantaggio su Florian Marino soltanto ottavo a seguito dell’infortunio al polso destro rimediato nella prova dell’IDM Supersport ad Assen. Miglior italiano Dino Lombardi, 4°, con Federico D’Annunzio 7°, Davide Fanelli 9°, un punticino per l’esordiente Francesco Cocco.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding baldanzoso ma la Ducati sarà dolce con le gomme?

MXGP, Box18

Box18, live alle 21:00 Parte “Mercoledi MX” tutto sul Motocross

VirtualGP, Jorge Lorenzo

VirtualGp Race5: Jorge Lorenzo come Giulio Cesare, Tito Rabat sorprende