Superbike, Honda

Superbike: Via libera Honda, inizia l’era delle ali mobili

Le derivate dalla serie hanno sempre meno vincoli rispetto alla MotoGP. Via libera regolamentare al rivoluzionario aeropack della Honda CBR-RR

30 novembre 2019 - 19:28

VIA LIBERA ALLA HONDA

La Ducati, l’anno scorso, è stata la prima azienda a introdurre sul mercato delle maxi stradali l’aeropack, cioè la carenatura dotata di alette come quelle sviluppate in MotoGP. Ma sulla V4 R si tratta di appendici fisse. Il regolamento del Mondiale non consente di variare nè il profilo, tantomeno la dimensione. La nuova Honda invece ha un aeropack “dinamico”, cioè alette mobili. E potrà usarle in gara purchè, dice il nuovo regolamento, il meccanismo sia identico a quello omologato. Su determinati tracciati nel 2019 la Ducati ha tratto grande giovamento dalle ali. La Yamaha, omologando la YZF-R1 2020, non ha messo le ali, ma ha ridisegnato la carenatura studiando il profilo più efficiente possibile e inserendo due appendici sul codone. La novità Honda, recipita dalle norme, scatenerà la “guerra dell’aeropack” anche nella produzione di alta gamma e, di conseguenza, in pista. FIM e Dorna sono tra incudine e martello: la Superbike non può far correre moto più limitate di quelle disponibili per tutti dal concessionario…

SENZA LIMITI 

Il problema è che, basandosi sul concetto “rispondenza alla produzione”, il regolamento Superbike rischia di diventare “no limits”. Alle Case basterà introdurre qualsiasi diavoleria sulla moto omologata, per poterla sfruttare in pista. Anche in campo elettronico la Superbike è decisamente più libera della MotoGP: non è obbligatoria la centralina unica e il software è senza vincoli. BMW, per esempio, usa hardware e programmi proprietari. In MotoGP la centralina è unica (Marelli)  e la base del software è identica per tutti.

1 commento

l.zecchin_417
17:48, 2 dicembre 2019

Potevano montare abche le luminarie di natale

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike

Superbike: Come eravamo diversi nel “lontano” 2012

Superbike

Mondiali in subbuglio: Superbike ed Endurance si fonderanno?

Honda, Superbike

Superbike: “La nuova Honda non sarà subito da podio”