Enzo Chiapello: A 69 anni corre ancora e rilancia Lorenzo Savadori

Enzo Chiapello corre ancora nel CIV Superbike, a quasi 70 anni. E con la sua squadra sta rilanciando Lorenzo Savadori

29 marzo 2019 - 19:00

Enzo Chiapello è un ragazzo cui piacciono le imprese difficili. Questo week end a Misano torna a correre nel CIV Superbike, la massima espressione del motociclismo nazionale affrontando avversari che potrebbero essere suoi…nipoti. Si, perchè Enzo compirà 70 anni (avete letto bene: settanta!) il prossimo 4 settembre. Nel Mondiale lo stop per raggiunto limite anagrafico è 50 anni: Enzo ha vita facile, ne dimostra  venti in meno. Stavolta la vera impresa non è correre, ma aver riportato in pista Lorenzo Savadori, 25 anni, uno dei migliori piloti del Mondiale Superbike. Un tipo molto in gamba che, per assurdo, è rimasto fuori dai giochi 2019.  Per fortuna ci sta pensando Enzo…

Savadori farà tutto il CIV 2019 

Pur di non restare inattivo, l’inverno scorso Lorenzo si è accordato con il team Gresini per correre la Coppa MotoE. Per l’incendio di tutte le moto elettriche a Jerez, il debutto sarà solo a luglio inoltrato. La chiamata di Enzo è stata un salvagente provvidenziale. Chiapello, da Dronero, nel cuneese, non è solo un gentleman rider, ma anche il proprietario del team Nuova M2 che nel fine settimana farà correre anche Eddi La Marra e Federico D’Annunzio in Superbike. Lorenzo Savadori avrà una quarta Aprilia RSV4 FW-Stock. Nei giorni scorsi sembrava che fosse una partecipazione spot, invece il cesenate farà tutto il CIV, cioè i sei round in programma. Il favoritissimo è Michele Pirro, tester Ducati MotoGP che di titoli italiani ne ha già vinti cinque e correrà con la strepitosa V4R. L’arrivo di Lorenzo Savadori incendia la sfida Aprilia.

Parola di Enzo

“Sono molto contento di essere riuscito a riportare Lorenzo Savadori in Nuova M2 Racing” spiega Enzo Chiapello. “Lorenzo è un grande professionista, con lui ci siamo tolti tante belle soddisfazioni e sicuramente darà a tutti l’opportunità di fare un ulteriore salto in avanti”. Il giovane pilota tira un respiro di sollievo.  Aprilia voleva che rimanessi nella sua orbita e sono ben contento di correre con la RSV4 insieme a Nuova M2 Racing” racconta Lorenzo Savadori. “Inizialmente non era prevista la mia partecipazione al CIV e quindi è stato fatto tutto con molta fretta. Per ora, senza aver fatto test, l’obiettivo è quello di restare allenato in moto. Ovviamente ci metterò il massimo impegno per fare del mio meglio. Un ringraziamento speciale va a tutte le persone che hanno permesso tutto questo”.

Un super team perfetto per… il Mondiale

Enzo Chiapello non è un pilota normale e neanche un team manager normale. La sua Nuova M2, formazione satellite di Aprilia, oltre a quattro moto in Superbike correrà anche il National Trophy 1000 con lo stesso Eddi La Marra e Alex Sgroi. Un’autentica corazzata che nel paddock del CIV sta assai stretta. Nuova M2 sarebbe la piattaforma perfetta per riportare Aprilia a competere nel Mondiale Superbike, come invocato a gran voce dagli appassionati di tutta Italia. Purtroppo i vertici del Gruppo Piaggio hanno attenzioni (e budget infiniti…) solo per la MotoGP. Peccato mortale. Per fortuna il motociclismo moderno non è solo affari e scelte  incomprensibili. La passione, da qualche parte, vive ancora. Grazie Enzo.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Vince sempre uno solo? La Superbike piace di più

Superbike: Altro che “taglio”, le quattro Ducati più veloci di tutti

Superbike Assen: Jonathan Rea gioca il jolly. Se piovesse…