MotoGP, Valentino Rossi in Argentina

Valentino Rossi: “Diego Armando Maradona nell’elite di tutti gli sport”

Diego Armando Maradona si è spento a 60 anni. Pochi giorni fa Valentino Rossi aveva celebrato il fuoriclasse argentino. La loro amicizia risale a Misano 2008.

25 novembre 2020 - 19:09

Diego Armando Maradona si è spento all’età di 60 anni dopo un arresto cardiorespiratorio, mentre era nella sua casa del barrio San Andres, a Buenos Aires. Inutile l’intervento di tre ambulanze per cercare di rianimarlo. Solo alcuni giorni fa Valentino Rossi lo aveva indicato come uno dei suoi idoli in assoluto. “Maradona e Ronaldo il brasiliano sono i due miei giocatori preferiti di sempre – ha raccontato a Sky Sport MotoGP -. Diego l’ho conosciuto davvero, sono stato a cena con lui, ma non l’ho mai visto giocare (dal vivo, ndr) perché aveva già smesso. Maradona è in quella elite di tutti gli sport in generale. In Argentina ho un sacco di tifosi da quando ho messo la maglia di Maradona“.

Era il 2015 quando Valentino Rossi era in corsa per il titolo mondiale, prima che i fatti di Sepang spegnessero il sogno del decimo sigillo iridato. Vittoria numero 110 in carriera a Termas de Rio Hondo, al termine di una serrata bagarre con Marc Marquez caduto al 24° giro, dopo un contatto con il pilota Yamaha. Trionfa davanti ad Andrea Dovizioso e Cal Crutchlow con un vantaggio di 5 secondi e sale sul gradino più alto del podio con la maglia della Nazionale argentina. Sulle spalle il numero 10 e il nome di Maradona. “Volevo farlo lo scorso anno, ma non sono riuscito a salire sul podio“, confessò Valentino Rossi.

L’incontro al GP di San Marino

I due si sono conosciuti nel 2008, quando l’ex attaccante del Napoli andò nei box di Misano per baciare il polso del campione MotoGP, definendolo il “Polso de Dios”. Due anni più tardi, Diego dedicò la vittoria ai Mondiali del Sudafrica contro il Messico proprio a Valentino Rossi, reduce da una brutta caduta nelle prove del GP del Mugello. “La vittoria è per il mio amico Valentino Rossi, che sta male“. Cinque anni dopo il campione di Tavullia ha ricambiato la cortesia. “Maradona è un eroe sportivo per tutti quelli della nostra età, per tutto il mondo. È un mito, soprattutto per i napoletani, certo. Ha fatto sempre la differenza. La maglia ce l’avevo anche l’anno scorso, ma non sono riuscito a salire sul podio“. Sui social il Pibe de Oro ringraziò prontamente.

Anche i tifosi del Napoli non hanno mai dimenticato l’amicizia tra i due. All’indomani dello scontro in Malesia con Marquez, e la conseguente penalizzazione a partire dall’ultima fila nel decisivo GP per l’assegnazione del titolo MotoGP 2015, nella curva del San Paolo comparve uno striscione. “Valentino, a Valencia senza regole… tibia e perone!“. A poche ore dalla triste notizia della morte di Maradona arriva l’ultimo saluto di Rossi sui social: “Ciao Diego, mago de la pelota“. In queste ore tutto il mondo della MotoGP sta riservando un omaggio a Diego. Tra i primi a ricordarlo Fabio Quartararo: “Riposa in pace Leggenda“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Jorge Lorenzo a Dubai

Jorge Lorenzo a Dubai per relax ed eventi pubblicitari

Superbike, Scott Redding

Scott Redding: “Non ho mai avuto una MotoGP vincente”

MotoGP, Razlan Razali

MotoGP, Razali: “Test Qatar sarà sufficiente per Petronas SRT”