crutchlow motogp

Spy MotoGP: una nuova leva del freno posteriore per Crutchlow

Cal Crutchlow nelle prime prove di Jerez ha usato il comando freno posteriore al manubrio sinistro scartato da Marc Marquez. Ecco perchè

17 luglio 2020 - 22:50

Venerdi mattina, durante le FP1 MotoGP a Jerez, la RC213V di Cal Cruchlow era dotata di 2 protezioni sulle leve dei freni. Una era posizionata in modo standard e conforme alle normative, a destra, ma ce n’era una uguale anche a sinistra. A cosa serve?

Molti piloti usano il freno posteriore a pollice. Funziona come una sorta di controllo della trazione: si attiva a metà curva per rimanere vicino al punto di trazione della gomma, raddrizzando la moto il più rapidamente possibile. Nelle curve a destra, per i piloti con i piedi lunghi è più facile da usare al massimo angolo di inclinazione. In questo modo non vi è il rischio che lo stivale venga a contatto con l’asfalto.

Sulla base dei dati Brembo, la pressione del piede sulla leva del freno posteriore è di 50 bar. La pressione che può essere esercitata dal pollice invece è di soli 10 bar. Ciò significa che, con un meccanismo standard, la pressione prodotta dal nostro pollice sinistro può al massimo fornire solo il 20% della pressione massima fornita dal piede destro. Di qui la necessità di avere 2 cilindri principali separati.

In questa immagine notiamo che ci sono due leve sulla mano sinistra del pilota britannico. Una per la frizione – in basso – e l’altra per il freno posteriore – più in alto. La foto è stata scattata durante i test MotoGP di mercoledì, ma la moto non era dotata della protezione sulla leva sinistra.

Sulla RCV di Crutchlow il freno posteriore è azionato da una leva del freno convenzionale, azionata dalle dita della mano sinistra. Perché? Perché ti consente di moderare la pressione dei freni in modo più preciso ed è anche più naturale (sembra il freno di una bicicletta). Questo però richiede un tempo di adattamento per un pilota che è abituato a non muovere le dita della mano sinistra in pista. Ciò può destabilizzarlo durante le fasi critiche (frenata e/o accelerazione). Cal Cruthchlow però sembra averla provata durante i test lo scorso mercoledì. Domenica vedremo se vorrà usarlo anche in gara!

Marc Márquez ha provato questo meccanismo l’anno scorso, ma non sembra averlo adottato per questa stagione.

L’articolo originale di Paul Emile Viel su paddock-gp

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Moto2, Teruel: Xavi Cardelús di nuovo in pista al posto di Canet

rossi moto3

Moto3: Riccardo Rossi positivo al Covid, salta il TeruelGP

Casey Stoner ex rivale di Valentino Rossi

MotoGP, Casey Stoner: “Ducati ingrata, Marc Marquez mi ha tagliato fuori”