MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi: “A Le Mans voglio andare forte”

Valentino Rossi a Le Mans cerca il suo primo buon risultato nella stagione MotoGP 2021. Franco Morbidelli rincorre il suo secondo podio.

11 maggio 2021 - 11:35

Le Mans sarà un altro banco di prova per Valentino Rossi e Franco Morbidelli. Il campionato di MotoGP 2021 arriva al 5° round stagionale e per il Dottore sarà un week-end da non sbagliare. Appena 4 punti nelle prime 4 gare, la speranza è che le novità testate nel lunedì di Jerez possano portare frutti sul circuito francese. Nel 2020 la pioggia caduta nelle fasi iniziali causò una caduta al campione di Tavullia, che adesso è alla ricerca di ritrovare il feeling con la sua YZR-M1.

Il Dottore rincorre un buon risultato

Arriverà a Le Mans consapevole che il risultato finale potrebbe significare molto per il suo futuro da pilota. “Indubbiamente questo fine settimana voglio essere più forte, recuperare posizioni ed essere più veloce rispetto all’ultimo round di Jerez. L’anno scorso ero veloce sull’asciutto a Le Mans, avevo un buon passo gara, ma ha iniziato a piovere poco prima della gara e sono caduto alla prima curva. È una bella pista – sottolinea Valentino Rossi -, con molti cambi di direzione dovuti alle chicane e mi piace molto“.

Sarà fondamentale partire subito con il piglio giusto, a cominciare dal primo giorno di prove libere. La MotoGP attuale costringe a spingere già dalle FP1 e trovare un piazzamento diretto nella Q2. Nelle ultime gare il 42enne del team Petronas è scattato dalle retrovie, impossibile pensare di raggiungere il gruppo di testa. “Con una buona aderenza e una forte accelerazione, è davvero una bella pista da guidare. Speriamo di poter avere un bel tempo dalle FP1 fino alla fine della gara. Abbiamo fatto un buon test la scorsa settimana a Jerez, dove siamo stati in grado di migliorare diversi aspetti e spero che lo vedremo anche a Le Mans“.

Franky insegue il secondo podio

Il compagno di squadra Franco Morbidelli, invece, è reduce dal podio nel GP di Jerez. Deve mettere da parte l’amarezza per una moto non alla pari dei rivali e cercare di ottenere il massimo. Il lato positivo è quello di conoscere la sua YZR-M1 come le sue tasche. “Nei test del lunedì a Jerez ci siamo concentrati sulla frenata e questo è un circuito dove devi essere davvero forte con i freni. Anche le curve di apertura sono piuttosto complicate ed è importante che la prima curva sia corretta, per facilitare le successive. È difficile ma davvero carino. Spero che possiamo confermare il feedback positivo e il feeling del test e che possa essere utile per il fine settimana“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

2 commenti

trediciport_13696908
13:22, 11 maggio 2021

hahahahahahahha che battute, meglio di Alvaro Vitali!!!

makiland
12:13, 11 maggio 2021

Pioverà e quindi sarà una vera lotteria, spero nell’ esperienza di VR e nella fantasia di Bagnaia, senza dimenticare le Suzu, che potrebbero trarre vantaggio sul bagnato …

POTRESTI ESSERTI PERSO:

salac prustelgp moto3

Moto3: Filip Salac e PrüstelGP di nuovo insieme dal GP di Stiria

Moto3: Snipers Team, addio a Salac. Ad Assen arriva Alberto Surra

MotoGP, Pol Espargaro

MotoGP, Pol Espargarò prova diversamente: “Copierò Marc Marquez”