Alex Marquez

MotoGP, ufficiale: Alex Marquez firma con Repsol Honda

Alex Marquez ha firmato con Repsol Honda un contratto annuale. Il campione del mondo di Moto2 esordirà nei test a Valencia con la RC213V del team LCR.

18 novembre 2019 - 18:44

Adesso è ufficiale. Repsol Honda dirama il comunicato con cui annuncia l’arrivo di Alex Marquez in MotoGP al fianco di suo fratello Marc. Domani scenderà in pista per la due giorni di test IRTA a Valencia e sarà nel box LCR per evitare di mettergli troppa pressione all’esordio. Un affare fortemente voluto dal main sponsor Repsol e dall’otto volte campione del mondo, nonostante i proclami di non intromissione.

Dopo l’addio di Jorge Lorenzo sembrava fatta per Johann Zarco in HRC, ma subito dopo la conferenza stampa Emilio Alzamora ha intessuto fitti colloqui con Alberto Puig e i vertici della casa nipponica. “La Honda Racing Corporation è lieta di annunciare la firma del doppio campione del mondo Alex Marquez – si legge nel comunicato -. Il giovane pilota spagnolo si unirà al Repsol Honda Team con un contratto di un anno. Passerà dalla classe intermedia al fianco dell’otto volte campione del mondo Marc Marquez nel 2020 per la sua stagione di debutto nella classe regina a bordo della Honda RC213V“. A breve Alberto Puig terrà una conferenza al Ricardo Tormo di Valencia.

Alex Marquez arriva in classe regina con un curriculum di tutto rispetto. Pochi rivali possono vantarsi di avere in bacheca un titolo di FIM CEV Moto3 (2012) e due Mondiali. Il primo nella classe Moto3 nel 2014 e il secondo in Moto2 nell’ultima stagione. Un sigillo iridato rincorso per cinque anni sempre in crescendo. Domani monterà in sella alla moto di Takaaki Nakagami, ma non sarà la prima volta che il pilota catalano salirà su una MotoGP. Nel 2014, come premio per il suo titolo Moto3, Honda gli ha permesso di girare a Valencia con la RC213V di suo fratello Marc.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Johann Zarco

MotoGP, Johann Zarco: “Ho firmato con Ducati, non con Avintia”

MotoGP, Massimo Rivola

MotoGP, Rivola: “Iannone ed Espargaró? Normale parlino con altri team”

fabio di giannantonio

ESCLUSIVA Fabio Di Giannantonio: “Devo diventare più costante”