fabio quartararo

MotoGP, Test Misano: Giorno 2, Quartararo il più rapido

Fabio Quartararo autore del miglior crono nei test a Misano, seguito da Petrucci e Morbidelli. Tra due settimane c'è il GP. Tempi e cronaca.

30 agosto 2019 - 18:09

I due giorni di test a Misano si concludono con Fabio Quartararo autore del miglior crono assoluto, ad appena 10 millesimi dal record della pista che appartiene a Lorenzo (1:31.629). Primo ed unico a scendere sotto il muro di 1:32, il rookie Petronas Yamaha SRT ha preceduto Danilo Petrucci, risalito all’ultimo in seconda piazza, ed il collega Franco Morbidelli. Concluse le prove, ora ci si ferma in attesa del prossimo GP: tra circa due settimane si corre proprio qui, al Misano World Circuit.

Test pomeridiani che anche oggi faticano a prendere il via. Viñales è il primo a guadagnare la pista, a lungo l’unico, prima che a lui si uniscano Márquez, i due piloti Aprilia e Pedrosa. Più tardi poi compaiono anche gli altri, ma non tutti. Non presenti Miller, autore del miglior crono al mattino ma fermato da un problema alla moto, così come Tech 3 e Avintia, rimasti rispettivamente con i soli Syahrin e Rabat, visti i problemi fisici di Oliveira e Abraham. Michelin, oltre a due nuove mescole medie anteriore e posteriore da provare, ha portato anche una supersoft posteriore. Con questa gomma Miller ha realizzato il miglior crono al mattino. Si tratta però solo di un test per la compagnia francese, non sarà una mescola disponibile per il GP di San Marino.

Nessuna novità in generale in casa Aprilia, con i due piloti impegnati soprattutto sulla geometria della RS-GP per le prossime gare. Anche in casa KTM nulla di nuovo da provare, ma c’è soddisfazione per il lavoro svolto finora da Pedrosa, in pista oggi al posto di Zarco. Pol Espargaró in particolare si dichiara ottimista per gli appuntamenti che seguiranno, ma anche per quanto visto al momento della moto 2020. Sensazioni positive per Dovizioso, ancora alle prese con alcune contratture muscolari, ma complessivamente in condizioni migliori e capace di mettere a referto parecchi giri. Prove di telaio in casa Suzuki, che ora ha recuperato Mir accanto a Rins.

Da registrare nel pomeriggio anche una caduta alla curva 10 per Rossi, senza conseguenze per il pilota, tornato presto in pista. Per il Dottore ed il compagno di squadra, oltre al forcellone in carbonio, anche uno scarico ‘sdoppiato’ ed una copertura sulla ruota anteriore. Viñales si rivela decisamente il più produttivo questo pomeriggio: il pilota Yamaha mette a referto ben 57 giri, l’ultimo dei quali con il miglior crono di giornata. Chiude in quinta piazza dietro al compagno di squadra, a circa nove decimi da Quartararo al comando.

La classifica

La classifica combinata

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Alberto Puig team manager HRC

MotoGP, Alberto Puig: “I Marquez sono piloti, non vedo fratelli”

Alex Marquez

MotoGP, ufficiale: Alex Marquez firma con Repsol Honda

Danilo Petrucci MotoGP 2019

MotoGP, Danilo Petrucci esausto: “Non mi sono mai fermato”