smith aprilia

MotoGP, Spy Attitude: Addio alla Aprilia RS-GP che conosciamo!

L'anno prossimo Aprilia porterà una nuova moto, con una modifica molto importante al motore. Intanto riguardiamo da vicino la versione 2019.

2 dicembre 2019 - 16:17

Come sappiamo, la RS-GP che conosciamo nella sua forma attuale ha fatto il suo tempo. Il prossimo anno esordirà una nuova moto, con la modifica più importante: parliamo del motore V4 a 90°, rispetto ai 72° del V4 che ha equipaggiato le motociclette di Aleix Espargaró e Andrea Iannone dal 2016 a quest’anno. Seguirà quindi la linea scelta in precedenza da Honda e KTM.

“Un angolo del cilindro di 90° è la soluzione ottimale” ha spiegato Jan Witteveen, ex progettista Aprilia. “Ti dà la possibilità di rendere l’area di aspirazione più ottimale, posizionata meglio. È poi possibile utilizzare un air box con maggior volume. L’intero motore può essere più compatto. Con un angolo del cilindro inferiore a 90°, si allarga l’area di aspirazione. L’air box diventa quindi più piccolo e quindi ha un’efficienza inferiore, così come il flusso. Da aprile 2016, Aprilia ha avuto un angolo del cilindro di 72° in MotoGP (60° in Superbike). Invece 90° sono considerati ottimali. Honda aveva addirittura un angolo di inclinazione di 92°, che però ha comportato altri svantaggi.”

In attesa di scoprire questa novità al test di Sepang a febbraio, diamo un ultimo sguardo alla RS-GP 2019, così come è apparsa durante il test a Valencia. Mentre questa diventerà presto un pezzo da museo, Aprilia ha approfittato del test di Valencia per svolgere lo stesso lavoro svolto da Ducati sulle diverse rigidità della gomma posteriore e del forcellone. La RS-GP è stata addirittura dotata di una sorta di gancio di traino per fissare un terzo laser sull’asse della bici. Pur non essendone del tutto certi, ci è sembrato di vedere delle piastre sulla forcella per altri laser.

Per il resto, la moto è cambiata poco nel corso dell’anno. Come in Suzuki, il telaio è interessante perché ha gambe rimovibili per il montaggio del motore, che consente di variare la rigidità. Un forcellone non traforato era presente su una delle moto-laboratorio di Bradley Smith… Presente anche un ‘dispositivo holeshot’ sulla forcella.

L’articolo originale su paddock-gp.com

1 commento

Rovigno
10:14, 3 dicembre 2019

Traduzione fatta con Google?

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo: “Ho dimostrato di meritare la Yamaha”

MotoGP furti Sepang

MotoGP, furti a Sepang: recuperata la refurtiva

Valentino Rossi

Valentino Rossi: “2020 anno cruciale: se non miglioriamo addio MotoGP”