MotoGP, Santi Hernandez e Stefan Bradl

MotoGP, Santi Hernandez: “Dovizioso sostituto di Marquez? Meglio Bradl”

Marc Marquez salterà le prime gare della stagione MotoGP 2021. Il capotecnico Santi Hernandez crede sia più saggio proseguire con Stefan Bradl.

20 gennaio 2021 - 8:31

Santi Hernandez si gode gli ultimi giorni di vacanza prima di tornare nel box del pluricampione MotoGP Marc Marquez. Dallo scorso luglio sta lavorando al fianco del sostituto Stefan Bradl, dopo che l’infortunio rimediato a Jerez costringe il fenomeno di Cervera ad una lunga riabilitazione. Il collaudatore tedesco ha impiegato diverse settimane prima di ritrovare il ritmo gara. Nelle prove libere proseguiva il suo lavoro di tester HRC sacrificando i propri risultati della domenica. Sarà lui a iniziare l’evoluzione della Honda RC213V nei due giorni di prove a Jerez. A febbraio è previsto un altro test privato. A marzo parteciperà alla preseason MotoGP a Losail, poi ritornerà a sostituire Marc fino al suo arrivo previsto per metà campionato.

Per Santi Hernandez e lo staff tecnico #93 è stato difficile senza il proprio capitano. “All’inizio non sei preparato per un cambiamento così radicale – ha detto nel podcast ‘Por Orejas’ di Motorsport.com -, è stato un duro colpo. Pensavamo che Marc potesse tornare in meno tempo . Ti prepari per averlo fuori due o tre gare, ‘Ok dobbiamo farlo con Bradl, prepareremo queste gare come team di prova“. Con il passare dei giorni tutto il team Repsol Honda si rendeva conto che il Cabroncito sarebbe rimasto fuori molto più a lungo. E che la vittoria senza di lui sarebbe stata impossibile.

Il capotecnico di Marc Marquez si dice incredulo davanti all’incapacità di rivalsa di Vinales, Quartararo e Dovizioso. Il motivo è da ricercare nell’introduzione della nuova gomma posteriore Michelin, che ha messo in difficoltà molti team della MotoGP. E chissà come avrebbe reagito l’otto volte iridato. “Quando le cose non vanno, o la moto non va, lui sopperisce a quelle mancanze – ha assicurato Santi Hernandez -. Nel 2016 nonostante una moto inferiore alle altre ha vinto il mondiale. Perché? Ha compensato quello che la moto non aveva, non ha mai smesso di dare il gas“. L’ingegnere spagnolo respinge la possibilità di vedere Andrea Dovizioso come sostituto del fuoriclasse. “Ha più senso proseguire con Bradl, perché ha fatto tutta la stagione, ha un buon feeling con la moto. E ovviamente è il collaudatore che sta provando a migliorare la moto“.

3 commenti

makitari_15179021
12:41, 20 gennaio 2021

PERNACCHIONA … Bradl è … fate voi … quanti ritiri, cadute polemiche del ca…volo …
NON è MAI stato vicino ad un Mondiale … ma per favore … Si ritiri lui piuttosto !

    Max75BA
    22:53, 20 gennaio 2021

    …non ha senso prendere il Dovi come “scalda sella” M.M. giusto puntare sul collaudatore, c’è da chiedersi perché non sia Crutchlow il collaudatore HRC??

      makitari_15179021
      12:34, 21 gennaio 2021

      Perchè deve stare a casa !

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Moto2 e Moto3, a Portimao continua la preparazione per la stagione 2021

MotoGP, Danilo Petrucci

MotoGP, Danilo Petrucci: rinnovo di contratto dopo il Mugello

MotoGP Test Qatar 2021

MotoGP Test Qatar: focus box-to-box, lavori in corso in pit-lane