MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Puig: “Marc Marquez e Honda non si arrendono mai”

Alberto Puig guarda con ottimismo alla stagione MotoGP 2020: "Marc Marquez è un vero combattente. Siamo pronti a cominciare anche domani".

13 maggio 2020 - 16:02

Alberto Puig ostenta come al solito grande fiducia e ottimismo in vista della prossima stagione MotoGP. “Se dovessimo iniziare tra una settimana, saremmo pronti“. Nessuna preoccupazione per quell’ultima giornata di test a Losail, dove Marc Marquez è dovuto salire in sella ad una Honda dell’anno precedente. Si parla di probelmi aerodinamici presto risolti, ma saranno le gare a confermare o smentire il lavoro dei tecnici dell’Ala Dorata.

L’importante adesso è uscire da questo brutto periodo di emergenza Coronavirus. “È finita, non è per sempre. È un brutto momento per tutti, ma il sole esce sempre dopo ogni tempesta“, ha detto Puig ai microfoni di Motogp.com. “Le persone forti dominano i momenti difficili e credo che la nostra comunità sia forte. Ci piace quello che facciamo, amiamo il nostro sport, sopravviveremo e gareggeremo di nuovo ai massimi livelli“. Probabilmente a metà luglio a Jerez, con un campionato che prevede almeno sette gare in terra spagnola. Con i quattro tracciati iberici che potrebbero giocare a favore di Marc Marquez.

MASSIMA FIDUCIA IN MARC

Ovviamente a fare la differenza è sempre e solo il fenomeno di Cervera, il fattore campo è secondario. “Sappiamo che tipo di moto e che piloti abbiamo. Sappiamo anche chi siamo. Questo è sufficiente“, ha confermato il team manager Repsol Honda. Marc Marquez ha pienamente recuperato dall’intervento alla spalla dopo l’operazione chirurgica dello scorso novembre. Un elemento che ha rallentato in parte il lavoro svolto nei test MotoGP in Malesia e Qatar. “Ma se devi fidarti di qualcosa, quello è il tuo pilota“, ha aggiunto Alberto Puig. “Sono sicuro che Marc è un vero combattente. In qualunque situazione si trovi non si arrende. So anche che Honda è un’azienda che non si arrende mai. Qualunque cosa possano fare, non si fermeranno“.

Dietro il rinnovo quadriennale tra Marc Marquez e HRC non può non esserci anche lo zampino del manager catalano. “Finora è stata chiaramente una storia di successo, siamo molto felici di aver fiducia in lui e che lui ne abbia in Honda. Penso che sia positivo per entrambe le parti“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

KALEX Moto2

Moto2, la tecnica: il dominio del telaio KALEX

MotoGP, Davide Tardozzi

MotoGP, Tardozzi: “Jack Miller-Ducati, vicini ad una decisione”

Valentino Rossi a Misano

Valentino Rossi, Franco Morbidelli e la favola di Tavullia