MotoGP, Pol Espargaro

MotoGP, Pol Espargarò: in Honda sarà “victoria o muerte”

Pol Espargarò affiancherà Marc Marquez nella stagione MotoGP 2021. In Honda la sfida più grande della sua carriera: "Mi renderà più forte o mi distruggerà".

4 novembre 2020 - 8:27

Dopo quattro stagioni in KTM per Pol Espargaró è quasi arrivato il momento degli addii. Ultime tre gare in sella alla RC16 e poi inizierà la nuova avventura MotoGP con Repsol Honda. Tre podi stagionali che non appagano pienamente a causa degli alti e bassi. Ma la moto arancione è sulla giusta strada per poter ambire a obiettivi ambiziosi, dopo le vittorie di Brad Binder e Miguel Oliveira. “Faccio fatica a trovare fiducia per andare veloce e poi non mi esibisco molto bene“.

L’addio a KTM

Al pilota catalano è mancata la vittoria pur ritenendosi soddisfatto del livello di sviluppo raggiunto da KTM. “Alla fine l’importante è essere competitivi per lottare per la vittoria, anche se non arriva, ma è importante sapere che puoi raggiungerla“, ha detto a MotoGP.com. “Rispetto allo scorso anno siamo ad un altro livello. Abbiamo dimostrato di aver migliorato il motore, la potenza, la moto in generale è più veloce e i tempi sono più facili. Il futuro per KTM è luminoso“. Nel momento clou Pol Espargarò lascerà la casa di Mattighofen, dopo aver firmato con HRC prima ancora che il Mondiale avesse inizio. “Sarà triste partire dopo tanti anni e tanti sforzi, mi mancheranno la moto e l’atmosfera. Le persone che lavorano a questo progetto sono incredibili“.

La sfida con HRC

Quando il team campione in carica della MotoGP chiama è difficile dire no. Condividere il box con Marc Marquez e prendere confidenza con la RC213V non è impresa facile. Di certo è molto stimolante, la sfida più grande della sua carriera. “Sarebbe stupido dire adesso che sarei dovuto restare. In quel momento era la miglior decisione da prendere. Sono curioso di sapere cosa succederà“. Passare in Honda è sempre un rebus, in sella ad un prototipo difficile da domare e dove anche campioni del calibro di Jorge Lorenzo ha fallito. Sarà lo stile di guida a fare la differenza… “Essere accanto al miglior pilota del mondo, su una delle migliori moto… se non sei motivato da una sfida di questo tipo, è meglio tornare a casa. Sarà un passo importante nella mia carriera che mi renderà più forte o mi distruggerà“.

1 commento

samu.bule2_14936335
14:51, 4 novembre 2020

Mi sa ke sarà più muerte…

POTRESTI ESSERTI PERSO:

fausto gresini motogp

MotoGP: Fausto Gresini, sveglio e collaborativo. “Grande forza di volontà”

MotoGP, Danilo Petrucci

MotoGP, Pit Beirer: “Con Danilo Petrucci gestiremo meglio di Ducati”

MotoGP, Pol Espargaro

MotoGP, Pol Espargarò: “Ora che sono padre ho più paura”