oliveira motogp

MotoGP: Oliveira 6° in rimonta. Poncharal: “Aveva il ritmo dei primi”

Miguel Oliveira, miglior risultato MotoGP a Brno. Nota dolente le qualifiche, ma gran gara in rimonta. Poncharal: "Anche lui può fare ciò che ha fatto Binder."

10 agosto 2020 - 10:07

Un’altra KTM che brilla nella giornata di gloria di Brad Binder è quella di Miguel Oliveira. Il portoghese del team Tech3 si è reso protagonista di una non facile rimonta, visto che le qualifiche non sono andate proprio come sperato. Ma dal 13° posto al via è riuscito a risalire, superando un rivale dopo l’altro, fino a chiudere sesto a meno di otto secondi dal collega vincitore. Si tratta del suo miglior risultato in MotoGP. Ricordiamo che dall’anno prossimo il team factory schiera la premiata coppia Binder-Oliveira, che già nelle classi minori si è distinta…

Soddisfatto a metà il pilota portoghese, conscio della possibilità di poter ottenere un risultato migliore in altre circostanze. Nello specifico, scattando da un’altra casella in griglia. “È stato un ottimo fine settimana” ha dichiarato. Con qualche ma appunto. “La nostra posizione di partenza ci è certamente costata un risultato migliore.” Ma si guarda avanti. “Dobbiamo fare meglio già nei prossimi giorni.” Si corre infatti al Red Bull Ring, casa di KTM, dove Oliveira ha ottenuto il suo miglior risultato nella stagione d’esordio.

Sorride con lui Hervé Poncharal, che oltre ad esultare per KTM loda ancora una volta il suo pilota. “La sua partenza non è stata ideale e ha dovuto lottare con tanti piloti” ha ammesso, per poi sottolineare il ritmo del portoghese. “Ogni volta che era da solo abbiamo visto che i tempi erano simili, anzi identici a quelli dei migliori. Ma c’era un handicap evidente ed è stato difficile risalire. Come sempre però è stato il solito costante e veloce Miguel, capace di risalire fino al 6° posto, il suo miglior risultato in gara.”

“Anche lui e la sua RC16 sono in grado di fare ciò che ha fatto Brad Binder oggi” ha rimarcato il boss del team Tech3. “KTM ha realizzato una moto molto competitiva e ha a disposizione quattro piloti molto veloci. Ci auguriamo di poter continuare a scrivere questa splendida storia anche la prossima settimana a Spielberg.” Come detto, tappa di casa della struttura austriaca, anzi doppia, visto che ci saranno ben due round. Una cosa è certa: ora in MotoGP è necessario tenere d’occhio anche questa fabbrica ed i suoi battaglieri piloti.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

beaubier moto2

Moto2: Cameron Beaubier, primi test interessanti. Già pronto a sorprendere?

Valentino Rossi, MotoGP Portimao 2020

MotoGP, Hofmann: “Valentino Rossi al di sopra dei risultati”

joan mir motogp

MotoGP, Joan Mir: “Il ‘segreto’? Fisso uno obiettivo e non mi stanco di inseguirlo”