joan mir motogp

MotoGP: Mir ancora out, Guintoli al suo posto a Silverstone

Joan Mir non rientra a Silverstone, continua il recupero dopo l'incidente. Al suo posto Suzuki schiera il tester Sylvain Guintoli.

20 agosto 2019 - 10:27

Non arrivano buone notizie dal Team Suzuki Ecstar. La squadra di Hamamatsu deve rinunciare ancora al suo rookie Joan Mir, ancora convalescente da una contusione polmonare riportata a Brno. D’accordo con il personale medico del Hospital Universitari Dexeus di Barcellona, lo spagnolo rimarrà ancora a riposo. La sua moto però non starà ferma ai box: al suo posto accanto ad Alex Rins ci sarà il tester Sylvain Guintoli, in questi giorni impegnato al KymiRing.

Nel corso della giornata di test a Brno Joan Mir si era reso protagonista di un incidente importante. In seguito il pilota Suzuki era stato ricoverato nell’ospedale del posto, prima di essere trasferito a Barcellona. Ha saltato così l’appuntamento in Austria, ma questo periodo non è bastato. Le condizioni di Mir non sono ancora al 100%, ed anzi manca anche l’allenamento, visto che non ha potuto riprendere la consueta routine per via del problema ai polmoni.

Gli ultimi esami svolti alla Clinica Dexeus hanno mostrato costanti miglioramenti, ma i dottori hanno preferito mantenere Mir ancora a riposo per continuare al meglio il processo di recupero. Il pilota comincerà ad allenarsi normalmente per migliorare il livello fisico, in modo da valutare un possibile ritorno per il prossimo GP in programma. “C’è ancora qualche residuo nei polmoni” ha dichiarato il dottor Angel Charte. “Per sicurezza non tornerà ancora a competere, prima deve recuperare.”

Chiaro il disappunto di Davide Brivio, che però vuole riavere il suo pilota in forma. “Dopo aver parlato con i dottori abbiamo preso la decisione di non fargli disputare il Gran Premio a Silverstone. Tornerà in sella la prossima settimana: i test a Misano saranno una buona occasione per testare le sue condizioni. Sarà anche un’opportunità per preparare il prossimo GP, nel quale speriamo di riavere Joan perfettamente recuperato. Per questo il nostro tester, Sylvain Guintoli, al momento in Finlandia, correrà al suo posto.”

“Alla fine non sono in grado di correre a Silverstone” ha aggiunto Joan Mir. “Mi dispiace, ma la priorità è la mia salute. Dopo l’incidente sono rimasto a riposo per parecchie settimane, prima in ospedale e poi a casa. Ho ricominciato a camminare, ma non sono ancora al top e i dottori hanno deciso che è meglio continuare la riabilitazione. Comincerò ad allenarmi un po’ di più, in modo da essere pronto per la prossima gara senza troppi rischi. Voglio ringraziare tutte le persone che si stanno prendendo cura di me, Suzuki e tutti fan che mi hanno mandato messaggi di affetto. Ci vediamo presto!”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi MotoGP 2019

Valentino Rossi contro il tempo: “Ognuno ha la sua storia”

MotoGP Valencia

MotoGP, Test a Valencia Il programma e la diretta TV e streaming

Alberto Puig team manager HRC

MotoGP, Alberto Puig: “I Marquez sono piloti, non vedo fratelli”