MotoGP, Maverick Vinales

MotoGP, Maverick Vinales: “Non ho mai trovato la moto giusta”

Maverick Vinales ha voglia di ritornare sulle piste della MotoGP dopo un 2021 "spezzettato". L'Aprilia sarà la moto giusta per raggiungere il suo sogno?

23 dicembre 2021 - 10:15

Suzuki, Yamaha e ora Aprilia, per Maverick Vinales l’obiettivo non cambia: essere campione di MotoGP. Conclusa in malo modo l’avventura con la Casa di Iwata, ha avuto la fortuna di anticipare i tempi per il nuovo matrimonio con la Casa di Noale. Non c’è tempo per una lunga vacanza, ma tanti impegni sullo sterrato per prepararsi al meglio in vista del nuovo approccio con la RS-GP. Dalla 100 KM dei Campioni all’evento natalizio al Rocco’s Ranch, non ha mai smesso di allenarsi.

Vinales cerca la moto dei sogni

Vinales non vede l’ora di cominciare la prossima stagione MotoGP dopo un 2021 “spezzettato” tra Yamaha e Aprilia. Ha sete di due ruote e velocità, vuole dimostrare di cosa è capace ora che ha trovato un ambiente più familiare. “Per me la moto significa libertà. È quando mi sento libero e sento che sto vivendo il presente – racconta a DAZN -. È come se non riuscissi a pensare ad altro in quel momento. Pensi sempre a varie cose, anche quando fai qualcosa pensi sempre ad altro. Ma una volta in moto penso solo a quello, che è quello che mi appassiona davvero“.

Sarà una buona atmosfera ai box Aprilia, con Pol Espargarò che ha fatto una certa pressione per portarlo al suo fianco. Dopo le vicende legate ad Andrea Iannone e all’infortunio di Lorenzo Savadori, mancava un secondo pilota di peso a Noale. Gli intrecci di mercato della MotoGP hanno permesso al costruttore di arrivare ad un big, adesso tocca agli ingegneri allestire un pacchetto convincente per il rinnovo di contratto. “Molte volte mi sono sentito di avere il talento, ma mi mancavano gli strumenti. Non ho mai trovato una moto che mi permettesse di esplorare il mio talento – ha aggiunto Maverick Vinales -. Tutti i cambiamenti che ho fatto sono serviti a trovare il posto giusto per realizzare il mio sogno“.

“Come ho progettato il mio sogno” la magnifica autobiografia Adrian Newey, il genio F1

1 commento

FRA 1988
16:28, 23 dicembre 2021

Vinales da l’idea di essere un bravo ragazzo ,ma non un potenziale campione del mondo in top class. Quartararo
gli ha dato una paga da non dormirci la notte.
L’Aprilia sta crescendo ma non ha due veri top rider per
sperare in una top 5 di campionato.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP Test Sepang 2022

MotoGP, Test Sepang 2022: cosa bolle in pentola e novità box-to-box

Aleix Espargaro e Maverick Vinales

MotoGP, Vinales ed Espargarò a Noale: briefing sull’Aprilia RS-GP22

remy gardner motogp

MotoGP: frattura al polso per Remy Gardner, subito operato