motogp

MotoGP, Marco Melandri: “Occhio a Fabio Quartararo, è uno dei predestinati”

Marco Melandri commenta le possibilità nel Mondiale MotoGP 2021. Spera nel pronto ritorno di Marc Márquez, ma indica anche i piloti da osservare con più attenzione.

2 febbraio 2021 - 18:00

Come andrà il Mondiale MotoGP 2021? Chi saranno i favoriti? Difficile rispondere, soprattutto se ripensiamo alla scorsa stagione. Da vedere poi anche la ‘mina vagante’ Marc Márquez, ovvero quando e come tornerà dopo l’importante infortunio con successive ed inaspettate conseguenze. Marco Melandri, ex pilota per il secondo anno consecutivo chiamato al commento su DAZN, ha fornito una sua visione del prossimo campionato, soprattutto riguardo chi bisogna tenere d’occhio. Ricordiamo, l’anno scorso aveva indicato Joan Mir come campione del mondo…

“Favorito? Decisamente Márquez… Spero torni presto, anche se certo non sarà al 100%” ha sottolineato ‘Macio’ attraverso il suo profilo Instagram. Ma ce ne sono anche svariati altri da osservare per le posizioni che contano. “Attenzione alle KTM” ha detto, senza però sbilanciarsi verso uno dei due ragazzi del team ufficiale. Vede anche di buon occhio l’accoppiata Petrucci-KTM: “Sarà molto più rilassato, comincia con meno pressione e tanta voglia di fare bene. Mi aspetto un Danilo concreto, con gli artigli.” Non manca l’opinione anche sulla truppa Yamaha. In particolare, “Fate attenzione a Fabio Quartararo. Sarà uno dei grandi predestinati.”

Riguardo Franco Morbidelli, “Guardando al 2020 comincia tra i favoriti e certo sarà molto forte, ma non penso possa vincere il titolo.” In casa Ducati, si aspetta qualcosa di buono dal giovane duo del team ufficiale. “Visto il finale di stagione, da Miller mi aspetto più consapevolezza e carica. Anche Pecco potrebbe fare bene.” Per finire, non manca un commento sui rookie di Esponsorama Racing, Enea Bastianini e Luca Marini. “Possono essere veloci subito. La maggiore difficoltà sarà non riuscire a percorrere tanti chilometri prima dell’inizio del campionato. Dovranno usare le gare per raccogliere informazioni e capire come guidare le moto, come se fossero test.”

Foto: motogp.com 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

kelso ortola ogden whatley moto3

Moto3: Kelso, Ortolá, Ogden e Whatley, ecco i primi rookie ufficiali

MotoGP, Andrea Dovizioso con la Yamaha M1

MotoGP, Dovizioso: Quartararo maestro di stile, ma lo stop pesa tanto

MotoGP, Valentino Rossi

Valentino Rossi: mani in pasta sul Mondiale, resta il rebus Aramco