MotoGP, Marc Marquez

Test MotoGP, Marc Marquez dà forfait: “Non riuscivo a guidare”

Marc Marquez abbandona i test MotoGP a Jerez dopo 7 giri. Problemi al collo e alla cervicale per il pilota HRC, che ha accusato l'incidente di sabato.

3 maggio 2021 - 21:34

Marc Marquez ha completato appena 7 giri nella giornata di test MotoGP a Jerez, poi il fisico non ha retto. Non solo affaticamento al braccio destro operato per tre volte in cinque mesi, ma anche al collo, dopo la caduta nelle FP3. Le condizioni fisiche non sono ancora ottimali, ma in crescendo. “Il mio corpo non ha più permesso di girare. Ho avuto problemi al collo e alla spalla destra. È andata un po’ meglio rispetto a dopo la gara in Portogallo. Lì ho sofferto davvero il giorno dopo. Mi sono sentito meglio a Jerez“.

Chiude il lunedì di test al 16° posto nonostante i pochi giri, ma non ha potuto condurre il lavoro in programma. Diverse le componenti che avrebbe dovuto provare a bordo della sua RC213V. Ma sin dal risveglio Marc Marquez ha capito che non era giornata. Quindi meglio non rischiare in vista del prossimo GP di Le Mans. “Ho provato a fare il test, ma appena mi sono alzato la mattina ho visto che tutta la parte destra era molto bloccata, dalla cervicale alla spalla destra. Il braccio, dopo una gara in cui ci sono tanti giri di fila, costa di più, non funziona bene e questo fa bloccare cervicale e spalla“.

L’incidente riportato nel week-end di MotoGP a Jerez non ha causato danni. Ma non ha aiutato certamente la situazione del campione HRC. “Pensavo che forse oggi, quando il mio corpo si fosse riscaldato, sarebbe stato meglio e avrei potuto fare un tentativo – aggiunge Marc Marquez -. E ho subito capito che non stavo bene per guidare. Abbiamo parlato con la squadra e abbiamo deciso di interrompere la prova“. Sceso di buon mattino in pista ha montato una nuova carena in fibra di carbonio che presentava una configurazione aerodinamica leggermente diversa dalla versione attuale. “Non riuscivo a guidare a un livello accettabile per capire le cose. Peccato, ma conservo le sensazioni del weekend che erano migliori di quelle di Portimao. Vedremo se a Le Mans potrò fare un altro passo in termini di confidenza e feeling con la moto“.

1 commento

makiland
12:13, 4 maggio 2021

Un riposino, magari ? Hai chiesto troppo al tuo fisico bestiale ? NON provo pena per chi rifiuta di capire che siamo TUTTI umani.
Caro fenomeno, riposati almeno fino alla prossima stagione così eviterai di farti del male supplementare per nulla … Magari tornerai competitivo, ma a stagione finita e perduta … Dàtti una bella ridimensionata agli obbiettivi e dormi sereno, come te non c’è ancora nessuno !
Telefonare Lorenzo per una nuotata in piscina …

POTRESTI ESSERTI PERSO:

kelso ortola ogden whatley moto3

Moto3: Kelso, Ortolá, Ogden e Whatley, ecco i primi rookie ufficiali

MotoGP, Andrea Dovizioso con la Yamaha M1

MotoGP, Dovizioso: Quartararo maestro di stile, ma lo stop pesa tanto

MotoGP, Valentino Rossi

Valentino Rossi: mani in pasta sul Mondiale, resta il rebus Aramco