Alex Marquez a Jerez

MotoGP, Marc Marquez: “Caro Alex, cosa faccio?”

Il campione del mondo Marc Marquez avrebbe chiesto un consiglio a suo fratello Alex. La risposta del rookie: "Devi fare quello che senti".

23 luglio 2020 - 19:07

Alex Marquez è rimasto in collegamento telefonico con suo fratello Marc da lunedì mattina, quando ha lasciato Jerez per raggiungere a Barcellona. Qui ha subito l’intervento all’omero destro martedì mattina, ha trascorso il giorno seguente a Cervera. Oggi di nuovo nel paddock MotoGP a Jerez, dove ha passato la visita medica ottenendo il ‘fit’ per poter correre. Lo rivedremo sabato in pista e, al termine della FP3, deciderà se proseguire.

Suo fratello Alex ha parlato in conferenza stampa telematica con vari media spagnoli, inutile a dirsi che l’argomento cardine era l’operazione subita da Marc Marquez. Alex è rimasto a Jerez per non infrangere il protocollo sanitario anti Coronavirus. “È mio fratello, sono sempre stato in contatto con lui“, ha detto il campione Moto2. “Mi ha chiamato, mi ha spiegato, mi ha detto… Lunedì, quando se ne è andato, mi sono detto ‘L’infortunio è molto grave, non dobbiamo nasconderlo’. Ma la buona notizia quando hanno operato era che il nervo radiale è rimasto illeso“. Mercoledì la telefonata che ha spianato la folle idea.

La telefonata fraterna

Il più giovane della famiglia Marquez ha ricordato con una risata la chiamata che ha ricevuto martedì sera dopo che suo fratello è stato dimesso: “Mi ha chiamato, ha detto: ‘Che faccio?’ Sapevo già più o meno quale fosse la sua idea. Poi lo ha confermato al 100%. Gli ho detto: ‘Devi fare quello che senti, stai calmo’. Ogni pilota può fare ciò che crede in ogni momento. E così lo farà“. Insieme hanno ripercorso quel drammatico incidente durante la gara di MotoGP. “Gli ho parlato della caduta. Mi ha detto che stava cercando di calmarsi dopo la rimonta. A volte – spiega Alex Marquez – quando ti rilassi un po’ è più pericoloso. E’ una curva critica“.

In fondo sapeva sin dal primo giorno che Marc Marquez avrebbe stupito anche con i tempi del ritorno in pista. “Non sono stato sorpreso, beh sì e no, lo conosco e so di cosa è capace. Spero che possa esserci domenica, è venuto per provare se stesso ed essere felice con se stesso. E’ una notizia fantastica e non vedo l’ora di vederlo in pista“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Marc Marquez in palestra

MotoGP, Marc Marquez e la leggenda metropolitana del terzo intervento

quartararo motogp aragon

MotoGP, la tecnica: cos’è successo davvero a Quartararo ad Aragón?

alex rins motogp

MotoGP, Teruel: Alex Rins morale alle stelle. “Mi piacerebbe ripetermi…”