MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Livio Suppo: “Espargarò scandaloso, Honda in situazione difficile”

Livio Suppo parla del momento di crisi che la Honda sta attraversando in MotoGP. Bordata a Pol Espargarò per alcune dichiarazioni.

20 luglio 2021 - 22:27

Honda attraversa uno dei momenti più difficili nella sua storia della MotoGP. L’assenza di Marc Marquez nel 2020 ha fatto emergere tutti i problemi tecnici di una RC213V progettata intorno al campione. L’ex team principal Livio Suppo ha analizzato il momento di crisi della casa giapponese da persona esperta dell’ambiente. “Il nostro compito era ottenere buoni risultati. È andata molto bene con Casey Stoner, Marc Marquez e la moto. Abbiamo avuto anche Dani Pedrosa, che è stato veloce. Anche Cal Crutchlow ha vinto alcune gare. Penso che abbiamo raggiunto l’obiettivo. Abbiamo riportato HRC a quello che era“.

Crisi in casa Honda

Dal 2013 ad oggi soltanto Marc Marquez ha saputo portare il prototipo dell’Ala dorata ai massimi livelli. “Dani Pedrosa aveva già avuto problemi con la moto nel 2017 e nel 2018 – ricorda Livio Suppo a Speedweek.com -. Questo è stato un segnale che lo sviluppo stava andando solo nella direzione di Marc. L’ho sperimentato anche in Ducati con Casey Stoner. Era una situazione simile e so benissimo che quando le cose non vanno per il verso giusto anche un campione avrà problemi“.

Dal ritorno in MotoGP a Portimao, il fenomeno di Cervera lamenta problemi tecnici con la RC-V. La vittoria al Sachsenring non significa l’uscita dal tunnel, complice anche una condizione fisica che non gli permette di spingere al limite. Ma Suppo ha la sensazione che la Honda sia nel panico: “Sta cambiando molto. Questo è normale quando sei abituato a dominare. Non è stato diverso in Ducati dopo la partenza di Valentino. Ci sono voluti anni“. Infine un’osservazione al vetriolo su Pol Espargarò, che ancora non si è adattato alla nuova moto e ha invocato le concessioni per accelerare sull’evoluzione. “Penso che sia scandaloso, il fondatore Soichiro Honda lo avrebbe licenziato per aver fatto una dichiarazione del genere. Ma questo la dice lunga sulla situazione. Non è la prima volta che dice qualcosa di strano“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

alessandro zaccone motoe

MotoE, Alessandro Zaccone: addio al campionato, ma è andata bene…

pecco bagnaia motogp

MotoGP, Pecco Bagnaia: caccia ad un altro colpaccio, stavolta in casa

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: “Con Valentino Rossi non c’è lavoro di squadra”