MotoGP Yamaha satellite

MotoGP, Lin Jarvis: mancato colpo di mercato in casa Yamaha

Yamaha e Raul Fernandez molto vicini ad un accordo per la stagione MotoGP 2022, ma il contratto del vicecampione Moto2 era difficile da sciogliere.

17 dicembre 2021 - 9:13

Lin Jarvis e Yamaha hanno voluto fortemente Andrea Dovizioso nel team RNF per la stagione MotoGP 2022. Razlan Razali avrebbe voluto scommettere su Toprak Razgatlioglu, ma i tempi non erano ancora maturi per sottrarlo al WorldSBK. Il test privato invernale potrebbe schiarire le idee sull’impego futuro del campione. Per la Casa di Iwata è stato un anno sorprendente in pista, con la vittoria di Fabio Quartararo. Ma dietro le quinte sono stati mesi impegnativi, sia per la vicenda Maverick Vinales che per l’addio del main sponsor Petronas che ha costretto la squadra satellite a stravolgere i piani e l’organigramma per il prossimo Mondiale.

Raul Fernandez colpo mancato per Yamaha

Tassello dopo tassello il manager malese sta collezionando sponsor per arrivare alla fatidica cifra di 11-13 milioni di euro per sostenere i costi della prossima stagione. Agli inizi dell’estate Yamaha ha provato anche ad affondare un colpo di mercato provando ad ingaggiare il promettente Raul Fernandez, pur consapevoli che non è facile strappare una pedina importante a KTM. “È venuto da noi perché voleva guidare una Yamaha – ha ammesso Lin Jarvis a ‘Moto Revue’ -. Quando qualcuno con un tale talento viene da te, lo ascolti“.

Difficile sbloccare un contratto blindato, da qui la decisione di lasciar perdere. “Abbiamo detto, ovviamente, che eravamo molto interessati. Ma abbiamo anche chiarito che il pilota doveva essere libero, non volevamo entrare in una battaglia legale con un’altra azienda dello stesso settore. Non è il nostro modo di lavorare. Quindi siamo stati molto, molto chiari. Penso che abbia cercato di trovare un modo per rompere il suo contratto, ma alla fine non ci è riuscito. Ora è stato promosso in MotoGP dalla KTM, il che non è poi così male per lui, credo“.

Due “opposti” per il team satellite

La formazione Yamaha potrà contare sulla nuova stella Quartararo, su Franco Morbidelli che ha un potenziale molto alto, sull’esperto Andrea Dovizioso e su Darryn Binder che rappresenta un’autentica scommessa. Dal pilota forlivese ex Ducati potrebbero arrivare gradite sorprese nella prossima stagione MotoGP. “Dovi ha molta esperienza… Questa squadra ha bisogno di un leader in questo momento, di un punto di riferimento… Due piloti agli estremi opposti è una scelta audace. Binder può imparare molto da Andrea – ha concluso Jarvis -. Questa squadra ha bisogno di recuperare per pianificare il suo futuro“.

Che favola Marco Simoncelli! “58” racconto illustrato in vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP Test Sepang 2022

MotoGP, Test Sepang 2022: cosa bolle in pentola e novità box-to-box

Aleix Espargaro e Maverick Vinales

MotoGP, Vinales ed Espargarò a Noale: briefing sull’Aprilia RS-GP22

remy gardner motogp

MotoGP: frattura al polso per Remy Gardner, subito operato