MotoGP cadute 2021

MotoGP, le cadute in numeri: Honda maglia nera, Marc Marquez 22 KO

Tempo di bilanci per la stagione MotoGP 2021. Honda è il marchio che ha riportato più incidenti. Le classifiche dei costruttori e dei piloti.

22 novembre 2021 - 17:24

Tempo di bilanci per la classe MotoGP ed è tempo di tirare le somme anche in termini di cadute. Se il marchio che ha riportato più incidenti è Honda (75 cadute), al vertice della classifica pilota troviamo Iker Lecuona (a quota 26). Il pilota spagnolo è un po’ un caso a sé, dal momento che alle sue spalle ci sono be tre piloti dell’Ala dorata: Marc Marquez, Pol Espargarò e Alex Marquez, rispettivamente con 22, 20 e 19 incidenti. E pensare che il fenomeno di Cervera ha saltato le prime due gare in Qatar e le ultime due a causa del nuovo infortunio rimediato in allenamento. Alla fine Marc ha pagato a caro prezzo una caduta avvenuta fuori dalla pista, mentre si allenava con la enduro vicino casa.

Nei 18 Gran Premi della stagione MotoGP 2021 si sono registrati 278 incidenti. Nel 27% dei casi a finire sull’asfalto è stata una Honda RC213V, Marc Marquez ha registrato 22 cadute, ma non ha superato le 27 riportate nel 2017 su 18 gare. Pol Espargarò si ferma a 20, la peggiore quella nelle FP3 di Valencia, che lo ha costretto a saltare la gara. Non va meglio nel team satellite LCR Honda, con Alex Marquez a quota 19, segno che la moto merita di essere ristabilita.

Dietro la Honda si piazza la Ducati, costruttore che ha due moto in più e nel 2021 contava ben tre esordienti in MotoGP: Jorge Martín, Enea Bastianini e Luca Marini. Il ‘Bestia’ conta 15 incidenti, uno in più di Jorge Martin, Marini 9, Johann Zarco 10, Pecco Bagnaia 7 e Jack Miller 12. In totale la Casa emiliana ha messo a referto 72 cadute. Tra i piloti più “in equilibrio” c’è il neo campione MotoGP che ha rimediato solo 7 incidenti (alla pari di Bagnaia).

Che favola Marco Simoncelli! “58” racconto illustrato in vendita anche su Amazon Libri

Numero di cadute per costruttore

Honda 75

Ducati 72

KTM 58

Aprilia 32

Yamaha 21

Suzuki 20

Numero di cadute per pilota

Iker Lecuona (KTM) 26

Marc Marquez (Honda) 22

Pol Espargarò (Honda) 20

Alex Marquez (Honda) 19

Aleix Espargarò (Aprilia) 18

Enea Bastianini (Ducati) 15

Jorge Martín (Ducati) 14

Miguel Oliveira (KTM) 12

Jack Miller (Ducati) 12

Takaaki Nakagami (Honda) 12

Alex Rins (Suzuki) 12

Danilo Petrucci (KTM) 10

Johann Zarco (Ducati) 10

Lorenzo Savadori (Aprilia) 10

Valentino Rossi (Yamaha) 9

Brad Binder (KTM) 9

Luca Marini (Ducati) 9

Joan Mir (Suzuki) 8

Pecco Bagnaia (Ducati) 7

Fabio Quartararo (Yamaha) 7

Maverick Vinales (Aprilia) 4

Michele Pirro (Ducati) 3

Stefan Bradl (Honda) 2

Franco Morbidelli (Yamaha) 2

Tito Rabat (Ducati) 2

Jake Dixon (Yamaha) 2

Garrett Gerloff (Yamaha) 1

Dani Pedrosa (KTM) 1

Andrea Dovizioso (Yamaha) 0

Sylvain Guintoli (Suzuki) 0

Cal Crutchlow (Yamaha) 0

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Casey Stoner

MotoGP, Casey Stoner rivela: “Sono interessato alla Yamaha”

MotoGP, Joan Mir

MotoGP, Suzuki ha deciso: non serve un nuovo team manager

MotoGP, Takahiro Sumi

MotoGP, Takahiro Sumi: i segreti della Yamaha e la YZR-M1 2022