MotoGP, Pit Beirer e Mike Leitner

MotoGP, KTM chiude le porte ad Andrea Dovizioso: Aprilia unica opzione

Andrea Dovizioso rischia di restare a casa nella stagione MotoGP 2021. KTM esclude un interessamento, l'unica opzione disponibile è Aprilia.

16 agosto 2020 - 12:12

Quale futuro per Andrea Dovizioso in MotoGP? Il suo manager Simone Battistella e lo stesso pilota hanno escluso un piano B. La scelta di dire addio alla Ducati è un mix di orgoglio e rabbia per averlo lasciato troppo tempo sul filo del rasoio. Troppe le incomprensioni tecniche degli ultimi anni, troppo a lungo è durata l’attesa per il rinnovo di contratto. Il rischio è di vedersi senza una sella libera per la stagione 2021, soprattutto ora che KTM esclude categoricamente ogni interessamento per il forlivese.

Trattativa interrotta a giugno

La casa austriaca e il vicecampione MotoGP hanno dialogato poco prima dell’inizio del Mondiale. Poi il Dovi ha ritenuto poco interessante l’offerta e KTM ha virato su Danilo Petrucci al posto dell’uscente Pol Espargarò, oltre ai tre giovani piloti già in scuderia. A detta di molti poteva aprirsi uno spiraglio in Tech3 al posto di Iker Lecuona, ma Pit Beirer smentisce categoricamente questa possibilità. “Due mesi fa abbiamo avuto una conversazione molto buona e intensa con Dovizioso“, ammette il Direttore di KTM Motorsport a Speedweek.com. “Ma abbiamo chiuso ogni dialogo e deciso per altri quattro piloti. La porta all’epoca era aperta, adesso non più“.

Aprilia unica opzione per Dovi

Simone Battistella avrebbe chiesto 4 milioni di euro a stagione. Una cifra che KTM non ha potuto smuovere in tempi di emergenza Coronavirus. L’unico spiraglio disponibile per Andrea Dovizioso è in Aprilia, anche se per quella sella si era già prenotato Cal Crutchlow. Per la casa di Noale sarebbe un bel colpo, a patto di rivedere l’ingaggio al ribasso. La conferma arriva proprio da Pit Beirer: “Sentiamo da varie fonti nel paddock che Dovi andrà all’Aprilia. Quindi non sarebbe comunque un’opzione per noi“. Adesso non resta che attendere metà ottobre, quando il Tas di Losanna si esprimerà sul caso doping di Andrea Iannone. Per il pilota di Vasto si attende una sanzione che potrebbe lasciarlo fuori dalla MotoGP per molto tempo. Aleix Espargarò sarebbe entusiasta di averlo in squadra e questo è già un ottimo biglietto di invito.

KTM filosofia vincente

Il team di Mattighofen ha rinnovato già i contratti di Oliveira, Binder e Lecuona, operazione non riuscita con Pol Espargarò che ha virato su Repsol Honda per la stagione MotoGP 2021. Una filosofia vincente quella di KTM, come dimostrano i buoni risultati di quest’anno e la vittoria del rookie sudafricano a Brno. Grazie alle concessioni del regolamento ha saputo sfruttare al massimo i test per raccogliere dati. L’intuizione geniale è quella di aver scritturato Dani Pedrosa come collaudatore, che ha trasbordato sulla RC16 alcuni segreti della Honda. Adesso il prototipo arancione è una moto ambita anche dai big, ma per il momento i quattro angoli dei due box sono praticamente blindati. Anche per un fuoriclasse come Andrea Dovizioso.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso e le strade per diventare campione

motogp

MotoGP, la griglia di partenza 2021: a che punto siamo

tulovic motoe cev moto2

MotoE: Lukas Tulovic sotto i ferri, sistemata la lesione alla mano destra