Jorge Lorenzo a Misano

MotoGP: Jorge Lorenzo, non c’è luce in fondo al tunnel

Jorge Lorenzo subisce un altro duro colpo a Misano chiudendo a 47" da Marquez. Ad Aragon non prevede miglioramenti: "Ad ottobre forse sarà in forma".

16 settembre 2019 - 13:00

Alla vigilia del GP di Misano l’obiettivo di Jorge Lorenzo era ridurre il gap dal vincitore a 30″, ma il cronometro a fine gara segna un gap di 47″. Il maiorchino ha ripetuto il 14° piazzamento di Silverstone, merito anche delle cadute di Crutchlow, Pirro, Rins e Bagnaia. Alle sue spalle solo Syahrin e Abraham hanno girato più lentamente, considerando che Oliveira e Nakagami sono rientrati in pista dopo una caduta.

Le due fratture vertebrali rimediate ad Assen hanno segnato il fisico di Jorge Lorenzo, ha perso 4 kg di massa muscolare e potrà allenarsi a pieno ritmo solo dopo Aragon. Le dichiarazioni di Puig hanno intaccato il morale e non è un mistero che il manager Albert Valera sia già in fibrillazione per trovare una sella opportuna in vista della stagione 2021. “Qui a Misano mi aspettavo di perdere da 30 a 40 secondi, alla fine erano 47 secondi, meno che in Inghilterra. Spero di continuare facendo progressi ad Aragon. Non credo che farò un grande miglioramento. Ma ad ottobre spero di essere più forte per le gare in Asia, Thailandia e Giappone“.

Il dolore alla schiena inizia a calare ma persiste. Le temperature alte del pomeriggio di Misano hanno amplificato i problemi di grip e la scelta della doppia soft (unico in pista) non ha per nulla premiato. “Dopo la gara Moto2 abbiamo avuto poca aderenza, ho avuto problemi di frenata. Non so se ho scelto la miglior combinazione di mescole. Non ho raggiunto il ritmo che mi aspettavo.. Ecco perché il gruppo è fuggito“.

Sul giro secco può spingere, le condizioni fisiche lo permettono. Ma coprire la distanza di gara è ancora una dura sfida. “Ho anche problemi quando la ruota posteriore inizia a slittare e la parte anteriore perde aderenza“. Con una moto così impegnativa  come la RC213V serve una forma atletica al top. E dall’inizio del campionato Jorge Lorenzo ha sempre dovuto fare i conti con gli infortuni. Non c’è alternativa che aspettare la luce in fondo al tunnel.

Jonathan Rea, In Testa, l’autobiografia del campionissimo In vendita on line qui

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Marco Bezzecchi Motegi

Moto2, Motegi: Marco Bezzecchi, costretto al ritiro per malessere

Andrea Dovizioso a Motegi

MotoGP, Andrea Dovizioso deluso: “Non sfruttiamo le gomme nuove”

Jorge Lorenzo a Motegi

MotoGP, presidente HRC: “Vogliamo continuare con Jorge Lorenzo”