MotoGP, Gigi Dall'Igna

MotoGP, Gigi Dall’Igna: “Pronti ad aiutare Johann Zarco”

Gigi Dall'Igna studia le contromosse per il mercato piloti MotoGP. Non resta che guardare in casa propria per pianificare il 2021.

31 gennaio 2020 - 6:51

Gigi Dall’Igna dovrà rivedere le strategie di mercato dopo il doppio colpo Yamaha, che ha confermato Vinales e promosso Quartararo. Una volta che anche Marc Marquez avrà firmato con Honda, c’è ben poco da guardarsi intorno, molto meglio puntare in casa propria. Pur cambiando gli addendi il risultato non cambia: “Il mio obiettivo è chiaro vincere il campionato in MotoGP“. Parole che lasciano intendere come il corteggiamento del fuoriclasse Honda continui pur tra mille difficoltà. Sognare del resto non costa nulla, così come provarci con Alex Rins.

Il mercato piloti ha preso il via con largo anticipo rispetto alle previsioni, lasciando Ducati un po’ spiazzata. Ma contro il desiderio dei piloti non si può nulla, non resta quindi che agire di conseguenza. “Dobbiamo iniziare il 2020 e dopo vedremo“, ha commentato Gigi Dall’Igna a Crash.net. Preferisce accantonare momentaneamente il discorso 2021, in fondo certi piloti danno il meglio di sé quando sono sotto pressione. E Danilo Petrucci è forse un esempio lampante. “Quando ho ingaggiato Danilo ho firmato solo per un anno [per volta], perché mi piacerebbe avere un contratto di due anni ma [diviso in] ​​uno più uno… Preferisco avere un solo pilota all’anno con cui discutere di contratti“.

NUOVE STRATEGIE DI MERCATO

Da qui traspare la quasi certezza che non cambierà entrambi gli alfieri nel 2021. In fondo sarebbe un azzardo lasciarsi scappare Andrea Dovizioso, anzi. Forse sarebbe il caso di accelerare il tavolo delle trattative. Nessuno conosce meglio di lui pregi e difetti della Desmosedici, quindi meglio deporre l’ascia di guerra. “A volte è meglio firmare l’accordo il più presto possibile. A volte è meglio aspettare un po’. Non credo che firmeremo entrambi molto presto“. Una gradita sorpresa potrebbe arrivare dai risultati di Jack Miller o Johann Zarco. Meglio ancora se da un italiano, Pecco Bagnaia. Il francese è davanti ad una stagione clou, il salto nel team ufficiale dipenderà solo ed esclusivamente dai risultati.

Zarco dovrà “accontentarsi” di una GP19, il motore verrà congelato in Qatar e non ci sarà modo di aggiornarlo. Ma Gigi Dall’Igna è pronto ad aiutarlo in altri segmenti tecnici. Ad esempio l’aerodinamica. “I risultati contano più di ogni cosa. Se Johann farà buone prestazioni, certo che sarò disposto ad aiutarlo. Sono disponibile per altri miglioramenti se vorrà. Sono sincero, non sto scherzando. Credo che abbiamo la possibilità di fare qualcosa di meglio per lui sull’aerodinamica“.

1 commento

Max75BA
21:50, 31 gennaio 2020

…non “brucino” Bagnaia!!! Ha un grandissimo potenziale

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi al Ranch di Tavullia

Valentino Rossi-Petronas SRT: la richiesta del malese Pawi

Fabio Quartararo al Paul Ricard

MotoGP, Fabio Quartararo: possibile sanzione al GP di Jerez

motogp 2020

MotoGP: Due piloti a colloquio con la FIM a Jerez per sospette infrazioni