MotoGP, Fabio Quartararo e Franco Morbidelli

MotoGP, Franco Morbidelli manda in tilt i colleghi Yamaha

Franco Morbidelli, dopo la vittoria di Teruel, scala la classifica MotoGP. E causa qualche grattacapo nei box di Fabio Quartararo e Maverick Vinales.

28 ottobre 2020 - 10:42

Fabio Quartararo esce con le ossa rotte dal doppio round MotoGP al MotorLand di Aragon. Perde la leadership iridata e per di più vede trionfare il suo compagno di box Franco Morbidelli. Con una Yamaha M1 “ibrida”, composta da un mix di componenti 2019/2020, ha avuto la meglio e lo vede avvicinarsi pericolosamente in classifica a -11. Vedersi superato nel finale di stagione sarebbe la più grande beffa dell’anno. “Le gomme erano buone, Franco ha vinto facendo una grande gara“. Ancora una volta il team satellite ha la meglio sulla squadra factory: “Da un lato sono felice, ma dall’altro no. Sono contento perché se lo merita. Ha fatto un ottimo lavoro. Però mi ha anche tolto dei punti. Abbiamo moto molto simili, ma non abbiamo fatto miglioramenti. Questo mi infastidisce“.

Le speranze su Valencia

Anche Maverick Vinales si lamenta per la mancata evoluzione tecnica della YZR-M1 nel corso della stagione MotoGP. A suo dire la moto non è progredita dopo i test in Malesia di febbraio. La casa di Iwata ha saltato diverse occasioni di test privati per l’assenza di aggiornamenti. E Jorge Lorenzo è rimasto a riposo così a lungo da arrivare a Portimao dopo otto mesi di stop. Qualcosa non ha funzionato nel box Yamaha, ma adesso non resta che concentrarsi sulle ultime tre gare. L’assalto al titolo mondiale è ancora in corso. “Siamo a 14 punti di distacco. Ok, sono tanti. Ma ci sono ancora tre gare, due delle quali a Valencia – ha aggiunto Fabio Quartararo -. Ho avuto un ottimo feeling con la moto a Valencia lo scorso anno“.

C’è da fare i conti, ancora una volta, con le mescole Michelin e le temperature. Non sempre le massime autunnali portano bene alle M1. “Quest’anno le gomme giocano un ruolo molto importante. A seconda del pilota hai una sensazione molto buona o davvero cattiva“. Eppure ad Aragon ha utilizzato la stessa combinazione del vincitore Franco Morbidelli. Di conseguenza sono tanti i fattori che entrano in gioco nel week-end di gara. E Valencia sarà teatro delle sentenze finali di questo campionato MotoGP. “Sono molto felice di andare su una pista che amo e dove non soffrirò più delle altre a causa del degrado della gomma. Non vedo l’ora di essere lì – ha concluso Quartararo – e provare la moto!“.

Nervi tesi nel box #12

Franco Morbidelli causa non pochi grattacapi anche nel box di Maverick Vinales, evidentemente deluso dalla mancata evoluzione tecnica Yamaha. 7° piazzamento a Teruel con 14″ di gap dal pilota satellite. Ancora una volta viene risucchiato nelle prime fasi senza riuscire a risalire posizioni. “Cosa succede domenica? Non lo so. Chiedete a Maio Meregalli, perché Non ho spiegazioni“. Difficile anche spiegare il successo del rider satellite. “È difficile dare un parere, la moto è molto diversa. È un ibrido dell’anno scorso con quest’anno, una moto molto, molto diversa. È difficile trarre conclusioni da Franco perché non c’entra. Penso che vada ancora con il forcellone in carbonio. Ma è chiaro che sono stati cento volte migliori di noi – ha concluso il pilota di Roses -. Bisogna imparare“.

Foto: Getty Images

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Matteo Flamigni telemetrista di Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi e Matteo Flamigni: “Insieme da 17 anni”

ramirez moto2 jerez

Moto2 Jerez: Marcos Ramírez chiude i test al top, esordio per Vietti e Arbolino

poncharal oliveira motogp

MotoGP, Poncharal a Oliveira: “Non credo a quello che hai fatto!”