MotoGP, Paolo Ciabatti

MotoGP, Ducati: pressing su Michelin per il nuovo anteriore

Ducati in difficoltà con il nuovo posteriore Michelin nella stagione MotoGP 2020. Il team emiliano spera in un anteriore che possa risolvere i problemi di aderenza.

7 dicembre 2020 - 8:45

Ducati è alla ricerca di un miglior bilanciamento della Desmosedici GP dopo l’ingresso della nuova carcassa Michelin. La stagione MotoGP è stata un calvario per i piloti factory e, con il congelamento di motori e aerodinamica, non sarà facile trovare una soluzione alla mancanza di aderenza. Andrea Dovizioso ha perso ogni vantaggio in frenata dopo aver perso il feeling con l’anteriore, a nulla sono serviti  cambiamenti apportati al setting nel corso del campionato.

Assalto al podio… con piloti diversi

A questo punto non resta che provare a fare pressioni su Michelin e il nuovo anteriore, anche se l’arrivo della nuova gomma non è scontata. In tal caso l’unica speranza è limare qualche dettaglio per il 2021 e sperare che Pecco Bagnaia, Jack Miller e gli altri piloti sappiano rimediare con il loro stile di guida. Il Mondiale MotoGP appena terminato si conclude con il titolo costruttori, ma tenendo presente che Ducati è l’unico marchio con sei moto. “Penso che ad eccezione di Aragon, abbiamo sempre lottato per il podio con uno dei nostri piloti e abbiamo messo cinque piloti sul podio“, ha riassunto Paolo Ciabatti nell’ultimo week-end a Portimao. “Quindi da una parte siamo delusi di non aver potuto lottare per il titolo piloti“.

Pressing su Michelin

Le Rosse di Borgo Panigale hanno sofferto su quei circuiti con scarso grip, ma allo stesso tempo possono lavorare su una gran mole di dati per ovviare al problema. “Abbiamo imparato molto in questa stagione e penso che abbiamo alcune idee per il prossimo anno – ha aggiunto Paolo Ciabatti -. Anche il prossimo anno volteremo pagina in quanto avremo nuovi piloti che si uniranno al team ufficiale, entrambi del team Pramac Racing“. La svolta potrebbe però arrivare dal fornitore unico Michelin che da tempo è al lavoro su un nuovo anteriore. “Come tutti i costruttori, abbiamo collaborato con la Michelin per cercare di avere in futuro qualcosa che sia un po’ di più, non direi migliore, ma direi più stabile in termini di prestazioni possibili con condizioni diverse. Penso che questa sia l’area su cui vogliamo lavorare insieme a Michelin“.

Foto: Getty Images

2 commenti

fzanellat_12215005
12:52, 7 dicembre 2020

La Ducati non è riuscita a vincere il titolo quando era
la moto che gestiva meglio gli pneumatici (2017).
Dubito fortemente che avranno una chance di mondiale
nel 2021.Suzuki,Yamaha e Ktm hanno colmato il
gap.

Macx
9:55, 7 dicembre 2020

Della serie: anche quest anno vinciamo l’ anno prossimo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, disastro Marc Marquez: Honda cercherà i colpevoli?

biaggi 250cc aprilia - motomondiale

MotoGP, la storia: Aprilia e gli anni gloriosi in 125cc/250cc

marcon moto2

Moto2, Tommaso Marcon: “È il Mondiale, partiamo con molta umiltà”