MotoGP, Gigi Dall'Igna

MotoGP, Dall’Igna: “Jorge Lorenzo è un’ipotesi molto rischiosa”

Gigi Dall'Igna non svela dettagli sul divorzio con Andrea Dovizioso. La scelta del sostituto per la stagione MotoGP 2021 non è affatto facile.

15 agosto 2020 - 22:16

Andrea Dovizioso e Ducati non parleranno dei motivi che hanno portato al divorzio, almeno fino al termine di questa stagione MotoGP. Resta in piedi l’obiettivo di ambire al titolo mondiale e la speranza di entrambi è potersi dire addio dopo aver raggiunto il sogno di ogni team e ogni pilota. Poco è trapelato in questi anni sulle discordanze tra il Dovi e Gigi Dall’Igna, sull’evoluzione della Desmosedici GP che trovava direzioni differenti.

Le discordanze tecniche

Il forlivese, soprattutto nel 2019, ha più volte espresso lamentele sulla percorrenza in curva. Non è certo l’unico motivo, ma sicuramente ha contribuito ad alimentare le tensioni. In otto anni insieme hanno raggiunto traguardi importanti, considerando il punto di partenza nella stagione 2013. “E’ normale avere due punti di vista diversi su ciò che accade – dice Gigi Dall’Igna a Sky Sport MotoGP -. Tutti e due abbiamo litigato per migliorare le prestazioni del gruppo. Ognuno era convinto che seguendo il proprio di vista avesse aiutato il sistema Ducati“.

Silenzio sui motivi del divorzio

Andrea Dovizioso e i vertici Ducati concordano sul fatto di non rivelare ulteriori dettagli ai giornalisti. Non farebbe altro che rovinare questo Mondiale e il vero obiettivo: vincere il titolo MotoGP. “Sono orgoglioso del lavoro fatto con Andrea in questi anni, abbiamo fatto sognare tanti tifosi – aggiunge il Direttore Generale di Ducati Corse -. Impossibile fare tutto giusto, anche noi abbiamo fatto degli errori e questo ci porta a fare decisioni dolorose. Abbiamo deciso con lui di non parlare troppo dei dettagli sulla decisione, dobbiamo focalizzarci sugli obiettivi che abbiamo. Ci serve mantenere un sufficiente equilibrio per proseguire il lavoro che resta da fare“.

Le tre ipotesi sul tavolo

Il tira e molla sulla trattativa del rinnovo è durato troppo a lungo, il rischio della separazione era nell’aria da mesi. Quando si tentenna troppo significa che qualcosa non procede nella giusta direzione. “Le cose che sono successe le sappiamo solo noi e Andrea. La realtà è che non siamo riusciti a trovare una soluzione giusta per entrambi“, sottolinea Gigi Dall’Igna. Assoluto silenzio anche sul possibile sostituto di Dovizioso per la prossima stagione MotoGP. Il toto nomi può prendere il via, Jorge Lorenzo sembra un’opzione quasi da scartare. “Abbiamo delle ipotesi sul tavolo, che avevamo vagliato quando abbiamo capito che la contrattazione non era facile. Vogliamo sicuramente continuare con Pecco e Zarco. Abbiamo qualche idea ma è ancora troppo presto. Lorenzo è una ipotesi molto rischiosa, è sul tavolo e la valutiamo“.

1 commento

lorenzoursan_14190819
0:31, 16 agosto 2020

Possono rischiare quello che vogliono, tanto quanto di meglio avevano da perdere, almeno per un’altra stagione o due, lo hanno già perso…..

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi: “Per me il Mondiale è già finito”

MotoGP, Paolo Ciabatti

MotoGP, Paolo Ciabatti: “Non sarà facile sostituire Andrea Dovizioso”

rins motogp

MotoGP, Manuel Cazeaux: “Alex Rins era pronto, ma l’incidente a Jerez…”