MotoGP, Bradley Smith

MotoGP, Bradley Smith e le ultime lamentele su Aprilia

Bradley Smith chiude ad Aragon la sua stagione da pilota MotoGP. Il collaudatore non lesina qualche critica al team Aprilia: "Non risolviamo i problemi".

27 ottobre 2020 - 22:38

Bradley Smith “non è licenziato”, proseguirà il programma di tester MotoGP con Aprilia. Almeno fino al termine di contratto. Per lui potrebbe esserci un interessamento nel BSB. Lascerà la RS-GP a Lorenzo Savadori, come premio per la sua vittoria in Superbike, anche se i risultati del britannico hanno viaggiato al di sotto delle aspettative. Se da un lato è stato catapultato nel ruolo di pilota dopo il penalty inflitto dalla FIM ad Andrea Iannone, dall’altro ha avuto tutto il tempo per riadattarsi al prototipo di Noale.

L’ultima gara ad Aragon

12° posto come miglior risultato stagionale, 15° (ultimo) nel GP di Teruel. Difficile fare bene con una moto ancora troppo giovane, che richiede tempo ed esperienza per lasciare il ruolo di fanalino di coda della MotoGP. “La mia velocità nei primi giri è stata buona e il mio decimo posto nella lista dei giri veloci lo dimostra. Ma poi, con il deterioramento delle gomme, non siamo riusciti a mantenere il ritmo – ha detto al termine del secondo round di Aragon -. Sappiamo che questo è uno dei nostri punti deboli e spero che i dati raccolti in queste gare aiuteranno i ragazzi dell’Aprilia a migliorare il progetto 2021. È frustrante incontrare sempre le stesse difficoltà, ma non ci arrendiamo“.

Le speranze del collaudatore

Circa 32″ di ritardo dal vincitore, oltre un secondo a giro più lento. Ha conquistato un punto iridato grazie alle cadute di diversi avversari, fra cui il ko del suo (ex) compagno di box Aleix Espargarò. Dopo la tappa di Teruel non ha lesinato qualche critica al team Aprilia. “Portiamo pochissime parti nuove e non possiamo risolvere i problemi. Spero che il 2021 risolva questi problemi – riporta Speedweek.com -. Spero che i ragazzi abbiano qualcosa in cantiere“. E mette in discussione il potenziale della RS-GP 2020. “La prossima cosa che possiamo provare è una riprogettazione della moto. Continuiamo a dire la prossima volta, la prossima volta…“. In una simile situazione Andrea Dovizioso sarà disposto a mettersi in gioco nella prossima stagione MotoGP?

Foto: Getty Images

2 commenti

nenhumdeno_15050444
1:06, 28 ottobre 2020

Che palle l’Aprilia in MotoGP, poteva rimanere a fare bene in WSBK

    Max75BA
    3:03, 28 ottobre 2020

    Spiace vedere questi risultati sportivi dell’Aprila, del gruppo Piaggio…. c”è solo gloria passata nelle piccole categorie e remotissima nella classe regina con l’altro grande marchio italiano della Girera….i risultati sportivi del gruppo Piaggio sono uno strazio…

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Joe Roberts

MotoGP, il manager di Joe Roberts: “Aprilia occasione mancata”

MotoGP, Luca Marini-Pecco Bagnaia-Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi e “new generation”: obiettivo Mondiale tricolore

binder espargaro ktm motogp

MotoGP, Mike Leitner (KTM): “I risultati del 2020 parlano da soli”