17 Giugno 2022

MotoGP, Bagnaia avvisa Miller e Bastianini: “Non bisogna fare casino”

Pecco Bagnaia 1° nella combinata FP1-FP2 del GP di Germania 2022. Il pilota Ducati lancia un messaggio al suo futuro compagno di squadra.

MotoGP, Pecco Bagnaia

Ducati saldamente al comando nella prima giornata di prove libere MotoGP al Sachsenring. Jack Miller firma il miglior crono nelle FP1, Pecco Bagnaia il best lap nelle FP2 e nella combinata: il pilota piemontese ferma il cronometro in 1’20″018 e comanda la carovana delle Desmosedici: sono ben cinque nelle prime sei posizioni, al momento resta fuori dalla top-10 Enea Bastianini.

Sachsenring banco di prova per la Ducati

Pensare che un anno fa Pecco Bagnaia era ultimo al termine del venerdì in Germania. Dopo lo sfortunato incidente in Catalunya l’alfiere della Ducati ha il compito di limare punti in classifica sul leader Fabio Quartararo che dista 66 lunghezze a 11 gare dalla fine. Un buon risultato al Sachsenring sarà fondamentale per la corsa al titolo MotoGP e gli ingredienti sembrano esserci tutti per una buona gara. “Considerando che il venerdì dell’anno scorso ero ultimo oggi posso essere contento. Da stamattina ho iniziato a spingere e mi sono trovato subito bene, non voglio toccare nulla sulla moto, tutto ha funzionato perfettamente. Sia la media che la dura vanno bene, non sarà facile la scelta. Domani si alzeranno le temperature e il lavoro di oggi sarà molto utile“.

L’evoluzione della Desmosedici GP

L’altro aspetto positivo è l’evoluzione della Desmosedici GP che finalmente sembra si sia assestato e trovato la retta via per continuare la scalata al campionato MotoGP. La GP22 risponde perfettamente alle necessità di tutti i piloti, avendo migliorato la percorrenza in curva anche a scapito di aver perso qualcosina in termini di top speed. Un lavoro che va avanti dalla scorsa stagione e che ora inizia a dare i suoi frutti. “Quando siamo arrivati io e Jack abbiamo trovato delle basi che ti portavano a guidare in un modo che non ti permetteva di sfruttare una certa base della guida. Abbiamo iniziato a spostare questa linea di base – spiega Pecco Bagnaia -, da una moto che non girava siamo arrivati ad una moto che girava molto. Abbiamo perso un po’ di velocità di punta ma abbiamo tantissima guidabilità, oggi si sono visti i risultati e in tanti siamo davanti con le Ducati“.

Un messaggio per Bastianini e Miller

Si respira un’atmosfera rilassata e di grande collaborazione nel box Ducati, la speranza di Bagnaia e che possa proseguire anche nei prossimi anni, quando dall’altro lato del box non ci sarà più Jack Miller. Un chiaro messaggio che il vicecampione lancia a Jorge Martin ed Enea Bastianini. “Abbiamo invertito il concetto dell’essere nemici, è un discorso stupido. Se si ha la possibilità di aiutarsi perché non farlo… C’è un bel clima nel box, sfruttiamo bene i dati l’uno dell’altro, guidando anche in maniera simile sotto certi aspetti, è un rapporto che ci aiuta molto. Per questo ho detto che mi sarebbe piaciuto continuare con Jack. Sono tanti anni che lavoriamo insieme, generalmente ho un buon rapporto con tutti i compagni di squadra. Mi auguro che chi verrà il prossimo anno avrà l’intelligenza di capire il nostro metodo di lavoro e non inizi a fare casino. Se vogliamo progredire bisogna continuare così“.

La tua lettura per l’estate: “Visionaria. Io, Coco Chanel” Un imperdibile romanzo biografico

Lascia un commento