Andrea Iannone motogp

MotoGP, Andrea Iannone shock: la WADA chiede 4 anni

Brutte notizie per Andrea Iannone che rischia di vedere spezzata la sua carriera in MotoGP: la WADA chiede di inasprire la sanzione da 18 mesi a 4 anni.

9 giugno 2020 - 17:05

Non arrivano buone notizie per Andrea Iannone dal TAS di Losanna. Come prontamente riportato da Antonio Boselli di Sky Sport, la WADA ha deciso di fare appello alla sentenza di 18 mesi per doping e chiede di inasprire la squalifica a 4 anni. La decisione finale dovrebbe arrivare entro l’estate, ma per il pilota MotoGP potrebbe arrivare una sentenza tale da spezzare definitivamente la sua carriera. Per Danilo Petrucci si fa più probabile l’ipotesi di un passaggio in Aprilia.

La decisione della WADA era nell’aria da tempo, visto che in tutti i casi di doping le federazioni hanno impiegato meno tempo nel decretare il destino di un atleta. L’Agenzia mondiale antidoping vorrebbe dare una prova di forza esemplare per rimarcare il proprio ruolo, con la FIM quasi inerme. L’udienza finale è attesa per fine agosto, con il condizionale che sembra d’obbligo. La certezza è che Andrea Iannone non prenderà il via a questa stagione MotoGP in sella all’Aprilia RS-GP. Al suo posto ci sarà il collaudatore Bradley Smith, per il 2021 la casa di Noale potrebbe puntare sull’esperienza di Danilo Petrucci, ammesso che KTM non arrivi per prima al pilota ternano.

Proprio nella giornata di oggi è arrivata l’ufficialità del rinnovo di Aleix Espargaró con il team veneto. Il pilota spagnolo rivendica il suo ruolo di punta all’interno del box, entusiasta di proseguire con Aprilia dopo le ottimali sensazioni in sella al prototipo 2020. Per Andrea Iannone, invece, si apre forse il capitolo più triste della sua carriera e, probabilmente, della sua vita. Per sua consolazione ‘The Maniac’ resta al centro delle cronache rosa: nelle ultime ore sul profilo di Jasmine e Jay, la coppia di gemelle figlie di Carlo Gigli, è apparsa una foto che la dice lunga sulla sua situazione sentimentale…

6 commenti

Ringhietto
11:52, 10 giugno 2020

Premetto che Andrea non lo conosco e che a “pelle” non mi piace…ma tutta questa storia è paurosamente ridicola e tremendamente triste con tanti elementi e fatti che restano nel vago e nel losco.
Mi dispiace che il suo futuro sia in mano a gente che non è interessata alla verità ma a far vedere quanto è “potente”.
La condanna, se è giusto che ci sia, si deve basare su fatti e prove, nulla di tutto ciò è emerso in questi 6 mesi, solo intrecci di interessi…Viva lo sport!

    marcogurrier_911
    14:24, 10 giugno 2020

    Ringhietto Lorenzo e Marquez hanno mangiato le stesse cose e sono passati negativi: a me questo da da pensare. Il talento non si discute ma le scelte e il tirarsele dietro, si

      Ringhietto
      15:30, 10 giugno 2020

      Scusa magari ho capito male io ma mi sembra che Lorenzo e Marquez hanno alloggiato e mangiato nello stesso hotel non che hanno mangiato la stessa carne…poi ripeto, se la colpa c’è è giusto che sia giuducato per quella ma sulla bse dei fatti non delle foto o delle guerre di potere tra diversi organismi

chris101ar_14588642
7:47, 10 giugno 2020

Per quanto lui sembri tutt altro che un pilota ultimamente il doping non ti fa andare piu forte in moto…

marcogurrier_911
22:53, 9 giugno 2020

A me sembra che il pagliaccio sia più L imputato

Macx
18:31, 9 giugno 2020

Che pagliacci!

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Bradley Smith

MotoGP, Bradley Smith e le ultime lamentele su Aprilia

alex marquez motogp

Spy MotoGP: Un nuovo telaio per i piloti Honda ad Aragón

savadori motogp

MotoGP: Lorenzo Savadori, Aprilia gli ‘regala’ Valencia e Portimao