MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso verso Yamaha? A giorni l’annuncio ufficiale

Andrea Dovizioso annuncerà il suo futuro in MotoGP nei prossimi giorni. Il forlivese si avvicina a Yamaha nei panni di collaudatore.

28 ottobre 2020 - 21:43

Andrea Dovizioso nei prossimi giorni annuncerà la decisione sul futuro in MotoGP. A quanto pare non c’è l’intenzione di attendere la sentenza del TAS su Andrea Iannone, quindi sembra scartata l’ipotesi Aprilia. Il pilota della Ducati ha intenzione di giocarsi le ultime carte per l’assalto al titolo mondiale, sebbene si sia allontanato quasi irreversibilmente dopo il difficile doppio round di Aragón. Poi si dedicherà al ruolo di collaudatore e probabilmente alla sua seconda passione: il motocross.

Yamaha in pole per Dovizioso

KTM e Suzuki hanno chiuso le porte alla seppur appetitosa possibilità di avere a corte Andrea Dovizioso. Quindi le possibilità sono due: Honda e Yamaha. Secondo quanto riporta Motorsport-Total.com, proprio la casa di Iwata sembra in pole per accaparrarsi l’esperienza del tre volte vicecampione MotoGP. Sarebbe un ritorno in sella alla M1 dopo l’esperienza con il team satellite Tech3 nella stagione 2012. Andrebbe così a prendere il posto di Jorge Lorenzo, che sembra definitivamente appendere il casco al chiodo.

Aprilia e Honda ipotesi da scartare

Decade definitivamente l’opzione Aprilia, nonostante il forte interesse di Massimo Rivola e il beneplacito di Aleix Espargarò. Ma la RS-GP è un progetto ancora in divenire, un azzardo che rischierebbe di fargli concludere la carriera da pilota in maniera poco gradevole. Passa in secondo piano, invece, l’ipotesi Honda, dal momento che Stefan Bradl ha già un accordo con la casa dell’Ala dorata. Inoltre Andrea Dovizioso ha intenzione di coltivare la sua grande passione offroad e il rischio di infortuni non sarebbe ben gradito alla HRC. I tifosi ricorderanno l’infortunio rimediato alcuni mesi fa a Faenza, che fortunatamente non gli ha fatto perdere il debutto stagionale a Jerez.

Lorenzo lascia la M1

Jorge Lorenzo resterebbe fuori dai giochi MotoGP, anche in veste di collaudatore. In Yamaha poco hanno gradito il suo avvio di trattativa con Ducati, non andata in porto soprattutto per una scelta del maiorchino. Otto mesi senza salire su una moto non sono un buon biglietto da visita… Inoltre la scelta di dargli una M1 2019 nel test di Portimao era sintomo di un divorzio quasi annunciato. Andrea Dovizioso potrebbe dare l’annuncio prima del prossimo GP di Valencia in programma fra una settimana.

1 commento

fzanellat_12215005
0:38, 29 ottobre 2020

Dovi collaudatore è un spreco per le sue potenzialità di poter essere ancora protagonista.
Un anno da tester ti fa perdere il contatto con la bagarre e le gare vere.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Matteo Flamigni telemetrista di Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi e Matteo Flamigni: “Insieme da 17 anni”

ramirez moto2 jerez

Moto2 Jerez: Marcos Ramírez chiude i test al top, esordio per Vietti e Arbolino

poncharal oliveira motogp

MotoGP, Poncharal a Oliveira: “Non credo a quello che hai fatto!”